Controstoria 0 Commenti

Torino, 25 aprile: mamma vado forse a morire (terza parte) – Giacinto Reale

Torino, 25 aprile: mamma vado forse a morire (terza parte) – Giacinto Reale

“Signor Prefetto, sono nato scemo, sono cresciuto scemo, ma non voglio morire scemo. Da questo momento noi occupiamo la Prefettura…   Le ragioni della politica incombono, e il Fascio torinese, alla vigilia delle elezioni, alle quali si presenta, come nel resto d’Italia, inserito nei “Blocchi Nazionali”, esordisce con un manifesto dallo stile certamente inconsueto: Italiani! […]

Pubblicato da Giacinto Reale il 21 Aprile 2021

Controstoria 0 Commenti

L’imboscata di Renzino-Foiano della Chiana (Arezzo) – Stelvio Dal Piaz

L’imboscata di Renzino-Foiano della Chiana (Arezzo) – Stelvio Dal Piaz

Sabato 17 aprile 2021 è ricorso il centenario di uno dei più gravi fatti di sangue che si registrò nel corso di quella tornata elettorale nel territorio aretino. Premetto che nell’autunno 1920 e inizio 1921 siamo nel periodo delle famose < settimane rosse > nelle quali comunisti ed anarchici – guidati e foraggiati da agenti […]

Pubblicato da Ereticamente il 19 Aprile 2021

Controstoria 1 Commento

Torino, 25 aprile: mamma vado forse a morire (seconda parte) – Giacinto Reale

Torino, 25 aprile: mamma vado forse a morire (seconda parte) – Giacinto Reale

“Vado forse a morire. Non piangere, ma sii orgogliosa di tuo figlio. Viva il fascismo, viva l’Italia. Tuo figlio. 25 notte”. La sera del 25 aprile Cesare Odone, operaio alla ditta Giachero, mutilato di guerra e fascista, si reca, accompagnato da due colleghi di lavoro, a casa di Giovanni Galbiati, comunista, membro della Commissione interna […]

Pubblicato da Giacinto Reale il 14 Aprile 2021

Controstoria 2 Commenti

Torino, 25 aprile: mamma vado forse a morire (prima parte) – Giacinto Reale

Torino, 25 aprile: mamma vado forse a morire (prima parte) – Giacinto Reale

“L’Ufficiale zompa come un grillo tra i sedili, e il suo lavoro di braccia è di una persuasione particolare”.   Il 26 febbraio del 1921 si svolge, a Torino, il Congresso dei Fasci piemontesi. Al termine di un biennio che nell’ex Capitale sabauda è stato più duro che altrove, per la presenza di forti masse […]

Pubblicato da Giacinto Reale il 7 Aprile 2021

Controstoria 1 Commento

Italia 1921: Empoli, 1° marzo – terza parte – Giacinto Reale

Italia 1921: Empoli, 1° marzo – terza parte – Giacinto Reale

“Il fascismo, invece, vede sorgere i suoi gruppi a decine e decine, per generazione spontanea, tanto che, fra qualche mese tutta l’Italia sarà in nostro potere”.   Francamente incomprensibile appare il giudizio conclusivo di Cantagalli, che rovescia i termini della questione, e scarica sulle vittime (meglio sui “fascisti” … che non c’erano) la responsabilità dell’accaduto: […]

Pubblicato da Giacinto Reale il 17 Marzo 2021

Controstoria 0 Commenti

Italia 1921: Empoli, 1° marzo – seconda parte – Giacinto Reale

Italia 1921: Empoli, 1° marzo – seconda parte – Giacinto Reale

“Col solo ombrello in mano, gridando ad alta voce: “Non sparate, non siamo fascisti”.   L’episodio più efferato delle giornate della rivolta, iniziata a Firenze, si ha, però, ad Empoli, il 1° marzo. È lì che due camion di Carabinieri e Marinai, scambiati per fascisti, sono attaccati dalla folla inferocita che fa una strage. Un […]

Pubblicato da Giacinto Reale il 10 Marzo 2021

Controstoria 0 Commenti

Empoli, 1° marzo: il brodo di Carabiniere – prima parte – Giacinto Reale

Empoli, 1° marzo: il brodo di Carabiniere – prima parte – Giacinto Reale

“L’è inutile pigliarsela con i pesci piccini e che l’è meglio pescare quelli grossi, e, allora, via per Firenze, a cercarli”.   A Firenze, la mattina di domenica 27 febbraio, dopo averci pensato molto su, le Autorità concedono ai giovani liberali l’autorizzazione per un corteo che, con un paio di centinaio di ragazzi aderenti al […]

Pubblicato da Giacinto Reale il 3 Marzo 2021

Controstoria 1 Commento

Il “FARO LUMINOSO” di San Bartolomeo in Bosco – Pietro Cappellari

Il “FARO LUMINOSO” di San Bartolomeo in Bosco – Pietro Cappellari

Critiche? Molte se ne possono fare e se ne dovranno fare, oltre a quelle che, in genere, sono rivolte alla politica generale dei Fasci. E si critichi pure; ma si tratta di giovani, di anime generose, di gente che non è abituata alle sottili alchimie dei gabinetti prefettizi, ai patteggiamenti con la Loggia e l’Arcivescovado; […]

Pubblicato da Ereticamente il 28 Febbraio 2021

Controstoria 0 Commenti

Minervino Murge, 23 Febbraio: la morte di un contadino (terza parte) – Giacinto Reale

Minervino Murge, 23 Febbraio: la morte di un contadino (terza parte) – Giacinto Reale

“Muti raccontò, tra le matte risate, il grido che i fascisti meridionali lanciavano ogni qualvolta vedevano arrivare il loro comandante: “Per don Ciccio, eia eia allalà”.   Ciò che emerge chiaramente, con le violenze del 1919-20 è la inadeguatezza delle Forze dell’Ordine a controllare la situazione, ancor più nei piccoli centri pugliesi, dove il presidio […]

Pubblicato da Giacinto Reale il 17 Febbraio 2021

Controstoria 0 Commenti

Minervino Murge, 23 Febbraio: la morte di un contadino (seconda parte) – Giacinto Reale

Minervino Murge, 23 Febbraio: la morte di un contadino (seconda parte) – Giacinto Reale

“Non aveva per compagni che un fucile da guerra, il cavallo e il cane”.   Nelle settimane successive all’assassinio di Ferruccio Barletta, Minervino vive in un clima quasi preinsurrezionale. I grossi proprietari, confermando una tradizione di viltà che ha contribuito al degenerare della situazione, si trasferiscono nei centri vicini, e la Camera del Lavoro resta […]

Pubblicato da Giacinto Reale il 10 Febbraio 2021

Controstoria 0 Commenti

Minervino Murge, 23 Febbraio: la morte di un contadino (prima parte) – Giacinto Reale

Minervino Murge, 23 Febbraio: la morte di un contadino (prima parte) – Giacinto Reale

“Quando i contadini ritornavano alle loro case, reputavano di avere diritto alla spartizione della terra. La frase “la terra ai contadini” suscitò un grande generale incendio in quel dopoguerra”.   La guerra vittoriosa ha, per comune ammissione, un protagonista di assoluta rilevanza. Sono stati principalmente i “contadini soldati eroi delle trincee”, come si dice, che […]

Pubblicato da Giacinto Reale il 3 Febbraio 2021

Controstoria 0 Commenti

Modena, 24 Gennaio: fuoco sul corteo funebre – 3^ parte – Giacinto Reale

Modena, 24 Gennaio: fuoco sul corteo funebre – 3^ parte – Giacinto Reale

 “È mort Lenin – l’è una mezz’ora – al pussa ancora – sta brutta bestia” I fatti del 24 sono destinati ad avere risonanza nazionale, per le particolarissime modalità (l’ attacco a un corteo funebre non si era mai visto prima) e per l’evidente premeditazione da parte degli aggressori che vogliono il morto (sono appostati […]

Pubblicato da Giacinto Reale il 20 Gennaio 2021

Controstoria 0 Commenti

San Piero a Sieve, 10 Dicembre 1920: Il “Primo Omicidio” degli Squadristi – Pietro Cappellari

San Piero a Sieve, 10 Dicembre 1920: Il “Primo Omicidio” degli Squadristi – Pietro Cappellari

Al Dicembre 1920 si fanno risalire le prime spedizioni punitive squadriste, come istintiva reazione allo stato di disordine, caos e violenza del Biennio Rosso: il 7 Dicembre, a Castel San Piero dell’Emilia (Bologna), quattro autocarri di fascisti al comando di Gino Baroncini invasero improvvisamente il centro cittadino. Per rappresaglia alla precedente aggressione di un loro […]

Pubblicato da Ereticamente il 19 Gennaio 2021

Controstoria 0 Commenti

Modena, 24 Gennaio: fuoco sul corteo funebre – 2^ parte – Giacinto Reale

Modena, 24 Gennaio: fuoco sul corteo funebre – 2^ parte – Giacinto Reale

“Con i suoi si gettò avanti, correndo “a zoppo galletto”, ma ormai il palazzo della posta era deserto”   Le prime settimane del 1921 vedono da varie parti, per un concatenarsi di circostanze (o forse solo perché la misura era colma e l’esplosione inevitabile) una serie di episodi di violenza tra neo-nate squadre fasciste e […]

Pubblicato da Giacinto Reale il 13 Gennaio 2021

Controstoria 1 Commento

Modena, 24 Gennaio: fuoco sul corteo funebre – 1^ parte – Giacinto Reale

Modena, 24 Gennaio: fuoco sul corteo funebre – 1^ parte – Giacinto Reale

“Il movimento fascista non si era organizzato, e partecipava alla vita politica locale in modo discontinuo e sporadico” Anche a Modena, come in molte altre città d’Italia, c’è un piccolo nucleo di ex interventisti che si sente stimolato all’azione dopo l’appello de “Il Popolo d’Italia” che indice la riunione del 23 marzo del 1919. Il […]

Pubblicato da Giacinto Reale il 6 Gennaio 2021

    inno al sole

    Fai una donazione


  • libreria

  • cagliostro

  • letture bruniane

  • Vie della tradizione 177

  • emergenza sanitaria

    Il decreto “Natale” e i problemi inerenti al requisito della “Specificità” – Daniele Trabucco

    di Ereticamente

    Il decreto-legge 18 dicembre 2020, n. 172 (c.d. decreto “Natale”), pur essendo in vigore dal 19, produce i suoi effetti dal 24 dicembre 20[...]

  • emergenza vaccini

    L’assassinio di Paracelso: intervista al prof. Paolo Lissoni – di Lorenzo Merlo

    di Ereticamente

    Intervista al professor Paolo Lissoni sul Covid-19 e sulla ricomposizione dell’uomo e della scienza. foto ©victoryproject/lorenzo merlo Intervista [...]

  • post Popolari

  • a dominique venner

  • Ultimi commenti
    • Michele Simola in L'eredità degli antenati, cinquantaquattresima parte – Fabio Calabrese

      Caro professore dalla documentazione che ho trovat... Leggi commento »

    • Paola in Pietre nel cervello - Livio Cadè

      Grazie, "io"...la prece anche per noi, soprattutto... Leggi commento »

    • Nestor in LA DICHIARAZIONE DI GUERRA DELLA GERMANIA AGLI STATI UNITI

      Adolf: Bugiardo e cattivo, andrà all'inferno, sic... Leggi commento »

    • Kami in Il terzo uomo - Livio Cadè

      Grazie a lei per le sue riflessioni che sono sempr... Leggi commento »

    • Livio Cadè in Il terzo uomo - Livio Cadè

      La ringrazio di questo commento, che credo colga i... Leggi commento »

  • archivio ereticamente

    Tag

    Newsletter