26 Febbraio 2024
Rievocazioni

Il Fascismo e gli Ebrei – Dossier storico di Michele Rallo

PAGANI, CRISTIANI, EBREI… LE ORIGINI DELL’INTOLLERANZA E DELL’ANTISEMITISMO La storia dovrebbe essere quasi una scienza esatta. Nel senso che gli storici dovrebbero limitarsi a riportare i fatti; quelli veri e accertati, naturalmente. Ad altri (politici, commentatori, moralisti più o meno in buona fede) potrà essere lasciata una eventuale opera (aggiuntiva e non sostitutiva) di interpretazione.

Leggi l'articolo
Appunti di Storia

La Strage del carcere di Cesena (8 maggio 1945) – Pietro Cappellari

Un crimine partigiano rimasto impunito   Molti conoscono l’eccidio di Schio (Vicenza) avvenuto nella notte tra il 6 e il 7 Luglio 1945, quando una banda di partigiani penetrò nel locale carcere e sfogò il suo odio massacrando barbaramente cinquantaquattro fascisti, “colpevoli” di aver aderito alla Repubblica Sociale Italiana. Se, oggi, è possibile parlare di

Leggi l'articolo
venticinqueaprile

La guerra civile avvenuta in Italia nel 1943-45 si poteva evitare? – Riccardo Borrini

Questa domanda è lecita, soprattutto a distanza di quasi ottant’anni dai drammatici anni in questione, al fine di giungere ad una visione storica il più possibile condivisa ed alla tanto auspicata pacificazione nazionale che ancora tarda ad esserci. Ovviamente è una domanda retorica, nel senso che qualunque risposta le si dia, questa non cambierebbe di

Leggi l'articolo
Controstoria

A cento anni di distanza, un episodio della guerra civile italiana: 21 gennaio 1923, alla Spezia viene ucciso il capo squadra della “Martoriata”, Giovanni Lubrani

Nel gennaio del 1923 il fascismo, dopo la Marcia su Roma, era riuscito a portare al governo dell’Italia il suo maggior rappresentante e capo, Benito Mussolini. Ma la Nazione al suo interno, dopo anni di violenta guerra civile, era tutt’altro che pacificata. La provincia della Spezia, che proprio nel 1923 sarà elevata a questo status

Leggi l'articolo
Appunti di Storia

Musealizzazione, Storicizzazione, Liquidazione – Pietro Cappellari

Il 20 Ottobre scorso, Giuliano Ferrara, dalle pagine de “Il Foglio”, ha rilanciato una vecchia idea della quale si era persa memoria: “È il momento di un museo sul fascismo”, “sarebbe un modo finalmente serio di agire nel segno della memoria per archiviare, catalogare tutto l’archiviabile”. Ovviamente, l’appello è caduto nel vuoto e ben pochi

Leggi l'articolo
Appunti di Storia

«Arrendetevi, siete circondati!» – Pietro Cappellari

  La resa della destra liberale davanti all’insurrezione fascista del 28 Ottobre 1922   Come abbiamo affermato nei nostri precedenti studi, la Marcia su Roma fu in realtà una lunga marcia per la conquista del potere iniziata dal fascismo due anni prima, quando, agli inizi del 1921, i mussoliniani decisero di passare all’azione diretta contro

Leggi l'articolo
Appunti di Storia

I corsi femminili “Nettuno” ed “Anzio” della Decima Mas – Pietro Cappellari

Il fronte di Nettunia (Gennaio-Maggio 1944) fu uno dei primi fronti sui quali le unità delle neonate Forze Armate Repubblicane vennero impiegate. Per questo, i nomi di “Anzio” e “Nettuno” – ossia i Comuni preesistenti a quello di Nettunia che li accorpò nel 1940 – rimasero nella “mitologia” della RSI come quelli dei “luoghi del

Leggi l'articolo
Appunti di Storia

ASPETTANDO LA RIVOLUZIONE: inizia la dissidenza fascista (dicembre 1922) 3^ parte – Giacinto Reale

    Forni soldato valoroso non era certo l’uomo diplomatico di cui cominciava ad avere urgente bisogno la politica mutata della nostra gente. (Salvatore Bianchi Martina, Fascismo vigevanese, Milano, 1928)   Cesare Forni, “l’Ercole biondo” della Lomellina inizia la dissidenza fascista. È giunto il momento di occuparci – sia pure in maniera sbrigativa – di

Leggi l'articolo
Appunti di Storia

ASPETTANDO LA RIVOLUZIONE: inizia la dissidenza fascista (dicembre 1922) 2^ parte – Giacinto Reale

  Noi, oggi più che mai siamo col Duce, con Benito Mussolini, il creatore del nostro movimento, e gli daremo il nostro più incondizionato appoggio. Nella presente crisi, Mussolini si batte per l’ideale. E allora Mussolini è nel vero, e se è nel vero, noi dobbiamo essere con lui. (Forni su “Il Risveglio” del 26

Leggi l'articolo
Appunti di Storia

ASPETTANDO LA RIVOLUZIONE: inizia la dissidenza fascista (dicembre 1922) 1^ parte – Giacinto Reale

Cesare Forni, cavaliere errante del patriottismo, che bastonò mezzo mondo e minacciò l’altra metà” (“Critica politica” 1923, fasc. III)     Cesare Forni, “l’Ercole biondo” della Lomellina inizia la dissidenza fascista.   Cominciamo col chiarire un voluto equivoco. Cesare Forni non è un “agrario” nel senso che più comunemente e spregiativamente si dà a questa

Leggi l'articolo