21 Febbraio 2024
Società

Esperti, gli oracoli postmoderni – Roberto Pecchioli

  E’ l’era degli specialisti, anzi degli “esperti”. Sanno tutto di una minuscola porzione dello scibile umano, hanno la tendenza a considerarsi infallibili e a ritenere il proprio giudizio superiore a quello altrui su ogni questione. Caratteristiche comuni sono la fronte aggrottata, l’aria pensosa, la supponenza, il tono assertivo, le pause studiate per ottenere il

Leggi l'articolo
Società

Cittadine e cittadini – Roberto Pecchioli

Un granello di sabbia può far incespicare sino alla caduta più rovinosa. Ci è capitato pochi giorni fa. Richiesti da un gruppo di persone – buone, animate da rette intenzioni – di dare una mano per organizzare un programma politico “antagonista”, ci siamo imbattuti nel più inaspettato intoppo. Due gentili, miti signore ci hanno ingiunto,

Leggi l'articolo
Società

Fenomenologia woke. La bruttezza al potere – Roberto Pecchioli

Ci è capitato tra le mani un vecchio libro sulla condizione operaia. E’ un ricordo di papà, tipografo formato alla scuola salesiana. Tra fotografie ingiallite e un pizzico di tenerezza per il mondo di ieri, una cosa ci è balzata agli occhi in modo lancinante: la dignità personale, dell’abbigliamento, della postura, perfino dello sguardo, dei

Leggi l'articolo
Politica

La sconfitta dell’Occidente – Roberto Pecchioli

Emmanuel Todd è sociologo, storico, ma anche antropologo. E’ forse questa specializzazione centrata sui comportamenti dell’uomo a rendere acuti i suoi saggi, ficcanti le sue analisi. Fu il primo, da giovane studioso, a immaginare, nel 1976, l’implosione dell’URSS ne Il crollo finale, basandosi su dati statistici demografici che mostravano la disfunzionalità del sistema  sovietico e

Leggi l'articolo
Società

Donne a sinistra, uomini a destra. Il femminismo che divide – Roberto Pecchioli

Si sta formando a livello globale un nuovo, preoccupante divario tra i sessi. Lo afferma in un servizio pieno di dati il Financial Times, bibbia liberale. Il “nuovo femminismo”, più radicale, vendicativo, ideologizzato, rispetto alle “ondate” precedenti, sta allontanando uomini e donne, chiudendoli in mondi distanti, sempre più incomunicabili. Non è solo competizione (un aspetto

Leggi l'articolo
Attualità

Il chip cerebrale di Elon Musk. Il transumano tra noi – Roberto Pecchioli

  Il dado è tratto e niente sarà più come prima. Neuralink, l’impresa di Elon Musk che realizza interfacce neurali impiantabili, ha impiantato il primo chip intracerebrale in un essere umano. Lo ha comunicato trionfalmente lo stesso Musk con un messaggio su X (ex Twitter) la rete sociale di sua proprietà. Il transumano entra ufficialmente

Leggi l'articolo
Filosofia

Attacco all’uomo. Artificiale versus naturale – Roberto Pecchioli

All’uomo normale non piace occuparsi di temi universali. Pensare alla vita e alla morte, al bene e al male, alla pace e alla guerra fa paura. E’ giusto: è già troppo complicato vivere la quotidianità. Perché affannarsi su temi tanto più grandi noi, spesso irrisolvibili e di cui non abbiamo il controllo, rendendosi più amara

Leggi l'articolo
Cultura

L’arte incomprensibile della modernità terminale – Roberto Pecchioli

Dopo anni di assenza, il vostro scrivano ha trascorso qualche ora nella città di Prato, culla della famiglia paterna. Abbiamo rivisto l’imponente scultura in marmo che caratterizza la piazza San Marco della città toscana, ricordando le battute, le prese in giro rivolte alla grande struttura, il cui nome è Forma squadrata con taglio, che la

Leggi l'articolo
Attualità

Le priorità di Davos. E le nostre? – Roberto Pecchioli

Inizia l’annuale sfilata di potenti dell’economia, della finanza e della politica a Davos, la montagna incantata del globalismo. Il Forum Economico Mondiale (WEF) presieduto da Klaus Schwab – la  voce del padrone con accento da Sturmtruppen – fiera internazionale del mondialismo, imbandisce la sua tavola sorvegliato da migliaia di soldati svizzeri (chi paga il conto?)

Leggi l'articolo
Breviario Ribelle

Il giardino dei supplizi – Roberto Pecchioli

Josep Borrell, la cui pomposa qualifica è Alto Rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza, nonché Vice Presidente della Commissione UE, l’organismo che comanda la vita di 447 milioni di fortunati residenti dell’Unione, disse alcuni mesi fa, riferendosi alla guerra in Ucraina e alle aree di crisi nel mondo, che

Leggi l'articolo