18 Luglio 2024
Politica

Attentato a Trump: la verità su chi ha sparato… – Umberto Bianchi

A seguito del recentissimo attentato in quel di Pensilvanya all’ex Presidente Usa Trump, durante un tour elettorale, si sono levati i soliti coretti di condanna e di distinguo, tesi a rimarcare la distanza delle forze politiche che incarnano il politically correct da qualsiasi tipo di violenza, arrivando al solito a pronunciare le solite analisi sulla

Leggi l'articolo
Politica

Una strana sconfitta – Umberto Bianchi

    Arrivata come un fulmine a ciel sereno, la notizia della sconfitta elettorale di Marine Le Pen, in quel di Francia, ha suscitato nei nostri media mainstream un misto di stupore ed entusiasmo per lo scampato “pericolo”, di dover assistere a quel tanto temuto cambio della guardia nella politica, di uno dei più importanti

Leggi l'articolo
Politica

Elezioni Europee: una analisi, una riflessione – Umberto Bianchi

Le trombe hanno appena finito di squillare, le fanfare si sono improvvisamente azzittite, il can can mediatico dell’Eurocirco si è appena concluso. Stavolta però, nel modo più spiacevole ed inatteso, per chi sperava di veder riconfermato il solito andazzo, costituito dal valzer delle sin troppo ben remunerate poltrone offerte dall’Eurocirco. A prima vista, tutti (o

Leggi l'articolo
Attualità

 Cui Prodest? Chi ha ucciso davvero Navalny – Umberto Bianchi

Urlano. Strillano. Si strappano le vesti. Sono giorni e giorni che il mainstream e tutti suoi prezzolati rappresentanti, giornalisti, nomi del mondo intellettuale, politici, eccetera, altro non fanno che riproporci la ossessiva nenia del cattivissimo Putin, intento a soffocare senza tante storie le voci del dissenso nel suo paese, costi quel che costi. Strana coincidenza,

Leggi l'articolo
Economia

La desertificazione dell’Europa – Umberto Bianchi

Desertificazione. Un termine questo che, preso a prestito da certa narrazione “green”, finisce invece con l’assumere ben altra connotazione se rapportato all’attuale situazione dell’Europa. Ciò che le bizze climatiche si vorrebbe facessero in termini di danno all’Europa ed al nostro paese, molto di più fanno le direttive “comunitarie”, prese in nome di un’Europa, ora non

Leggi l'articolo
Politica

Finis Europae – Umberto Bianchi

Nel mezzo di tanto squillar di trombe, di toni trionfalistici, tutti accompagnati dal solito coretto di piagnistei solidaristici, nessuno si è reso conto che la recente visita del presidente ucraino Zelensky a Roma, sia stato l’evento che, mai come ora, ha sanzionato la fine dell’Europa, intesa come soggetto politico unitario, meta ideale di quel percorso

Leggi l'articolo
Attualità

Un’opportunità chiamata Covid – Umberto Bianchi

Arrivati a mezza estate, le fanfare dei media embedded, hanno ricominciato a suonare, più forte che mai. Il pericolo pandemico sembrava oramai scampato, la campagna vaccinale pareva esser stata il Deus ex machina, in grado di far ripartire i meccanismi di economie inceppate da un’interruzione coatta delle attività ma, specialmente, di quelle tanto agognate libertà

Leggi l'articolo
Tradizione

L’olimpica confusione di Bachofen – Umberto Bianchi

Quello di Bachofen sul matriarcato, “Le madri e la virilità olimpica”, è un testo di rilevante importanza nell’ambito degli studi sulle interpretazioni dei miti e le loro conseguenti ricadute nell’ambito della storia di una determinata civiltà. Scritto attorno al 1861, questo testo faceva seguito al precedente Saggio sul simbolismo funerario degli antichi (1859) scritto a

Leggi l'articolo
Letteratura

Il continente dell’anima – Umberto Bianchi

Nel 222° anniversario della nascita del poeta e scrittore russo Aleksandr Puskin  (Mosca, 6 giugno 1799 – San Pietroburgo, 10 febbraio 1837), si sono susseguite una serie di iniziative, più o meno ufficiali, volte sì, a ricordare il grande letterato, ma anche ad offrire un ulteriore e stimolante motivo di riflessione, che l’attuale e quanto mai difficile scenario epocale, non potrebbe

Leggi l'articolo
Attualità

Il grande Reset – Umberto Bianchi

In questa strana estate, sopraggiunta in ritardo, dopo una lunga e piovosa primavera, a farla da padrone sono i toni trionfalistici. L’Italia “sta uscendo” dalla crisi, i contagi calano, le catastrofiche cifre che parlavano di morti e ricoverati da pandemia, sono oramai ridotte a lumicino. Persino nelle strade, la gente si attarda, un clima di

Leggi l'articolo