14 Maggio 2024
Cultura & Società Livio Cadè

Burattinaggio – Livio Cadè

 “I teatri di marionette e i camposanti sono gli unici luoghi dove l’uomo possa prendere acuta coscienza di sé. Nei primi vede cos’è prima della morte, nei secondi quel che sarà dopo la vita”. Mi chiedo se questa considerazione di Papini sulla condizione umana non contenga un eccesso di pessimismo. Non intendo obiettare al dato

Leggi l'articolo
Cultura & Società Livio Cadè

Confessioni di un ironico – Livio Cadè

Lo confesso, mi piace far dell’ironia. In un certo senso dovrei dedurne che mi piace mentire. “Non vedo l’ora” vuol dire che non ne ho voglia, e se tutto va male dico “perfetto!”. Ma in questi casi la bugia si denuncia da sé. L’inversione di senso traspare dalla mimica, dal tono della voce, dal contesto.

Leggi l'articolo
Politica

Inizio o fine di un’epoca? – Lorenzo Merlo

L’idea predatorio-capitalistica volge alla fine? Il plinto positivista che la sorregge si sta sgretolando sotto le intemperie di crescenti consapevolezze? La matrice razionalistico-illuminista, resa impura e arrogante dallo scientismo, potrà ora confortare l’umanesimo, potrà cessare di escluderlo dal mondo? La sua intelligente missione potrà ora agevolare l’evoluzione, invece di costringerla e castrarla dentro le misere

Leggi l'articolo
Cultura Cultura & Società

Diritto e rovescio – Livio Cadè

 “La potenza dei re è fondata sulla pazzia del popolo” (Pascal) I. Libertà e dovere Diritti e doveri appartengono alla dimensione dell’etica; in quanto tali rappresentano una caduta dello spirito. I valori morali sono infatti le stampelle di uno spirito zoppo. Doverci porre come compito di essere giusti, retti o benevoli, indica una corruzione della

Leggi l'articolo
Filosofia

Mascherine, museruole e post verità – Roberto Pecchioli

Esci di casa e, se hai ancora gli occhi collegati al cervello, ti è tutto chiaro. All’angolo, la coda per entrare al supermercato, gente rassegnata, silenziosa e distanziata; un incaricato della catena di distribuzione fa il caporale di giornata, allontana chi si approssima e impedisce, inflessibile, l’accesso. Si gode il suo grottesco potere, come in

Leggi l'articolo
Attualità

Minaccia Coronavirus: il potere ambivalente della paura – Flavia Corso

“Atene fu distrutta dalla paura della peste, non dalla peste.” (Tucidide)   Oggi ci troviamo a dover gestire una condizione emotiva che, probabilmente, non si sperimentava ad un simile livello da molte generazioni: il cosiddetto panico collettivo come naturale risposta ad una reale o presunta minaccia per la nostra salute ma, soprattutto, per le nostre

Leggi l'articolo
Spiritualità

Dio? E’ un’invezione del Potere – Roberto Pecchioli

Le cosiddette scienze dello spirito non sono più tali. E’ nota la partizione del filosofo storicista tedesco Wilhelm Dilthey tra scienze della natura e dello spirito, geisteswissenschaften, filosofia, sociologia, storia, le conoscenze che siamo abituati a definire umanistiche. La post modernità ha cacciato lo spirito, trincerata in un materialismo che lascia senza fiato. Il sistema

Leggi l'articolo
Attualità

La liquidità al potere – Umberto Bianchi

Mai, come in questo contingente momento politico, si è preavvertita una così forte istanza di cambiamento, ad un così epidermico livello, da far parlare ai media di una reazione che viene dallo “stomaco” di un’opinione pubblica stanca e disgustata dei vecchi equilibri…Eppure qui in Italia, da qualcuno considerata il “laboratorio” d’avanguardia per la sperimentazione del

Leggi l'articolo
Libreria

L’ideologia del godimento: Eros e potere politico nella società massificata – Emanuele Franz

Si intitola “L’ideologia del godimento, pornografia e potere nella società delle immagini” il testo scritto a quattro mani dal sociologo Fabrizio Fratus e dallo psichiatra Paolo Cioni. Si tratta di uno studio mordace e controcorrente che punta il dito sulla industria del sesso nella quale a farne le spese è la vita stessa. L’analisi denuncia

Leggi l'articolo
Media e TV

Foa ed il crollo sinistro del monopolio del Quarto Potere – Federica Francesconi

Partiamo da un dato incontrovertibile: tutti i gruppi dominanti, per poter preservare se stessi in seno alla società, devono dotarsi di strutture e di potere dalle quali si irradia il loro controllo sulla massa che governano o che aspirano a governare. Questo è un meccanismo che onestamente non può essere scardinato, a meno che non

Leggi l'articolo