12 Aprile 2024
Daphne Varenya Eleusinia Filosofia Mito Religione Roma Tradizione

Perché l’Accademia venne chiusa: Filosofia ed Iniziazione

“Il pensiero dell’Intelligibile, puro e semplice, passa attraverso l’anima balenando come un lampo, offrendo talora per una sola volta, l’opportunità di toccare e di contemplare. Così, Platone e Aristotele chiamano ‘epoptica’ questa parte della filosofia, perché colui che ha davvero afferrato la pura verità di esso, ritiene di possedere, come un’iniziazione, il fine ultimo della

Leggi l'articolo
Europa Filosofia Identità Platone Religione

Lo spirito dell’Europa

Di Fabio Calabrese Bisogna essere onesti. Io ho dedicato la bellezza di otto articoli sulle pagine di “Ereticamente” a confutare la leggenda della “luce da oriente” e a dimostrare l’originalità, la creatività il ruolo nella civiltà umana, così spesso sottovalutato o misconosciuto, della nostra Europa. Tuttavia mi rendo conto che queste argomentazioni non possono dire

Leggi l'articolo
Azione Filosofia Identità Roma Vitali

Identita’, essenza e forma

Di Juan Pablo Vitali La storia non indietreggia. E’ duro ammetterlo, una cosa è ciò in cui crediamo e un’altra è ciò che siamo. Le forme devono mutare nell’essenziale, ma a volte la cosa più difficile è distinguere la dimensione della forma. Le forme sono strumentali ma senza di loro l’essenziale non si sviluppa. Una

Leggi l'articolo
Cultura Filosofia Punte di Freccia

Filosofia e sapere sacro

Di Mario M. Merlino All’origine d’ogni cosa Talete pose l’acqua. Forse guardando il mare dove Mileto attingeva la ricchezza e la libertà, minacciata dai persiani per via di terra. Politico era, dunque, il suo pensiero, orgoglioso d’appartenere alla città-stato. E fu così che, abbandonando lo spazio angusto del mito, nacque la filosofia. Presunzione ed arroganza.

Leggi l'articolo
Filosofia Giuseppe A. De Falco Società Tradizione

Civiltà tradizionali e “società” moderne

Di G. Arminio De Falco Bisogna anzitutto partire da questo, ovvero che vi è una differenza fondamentale di significato tra i termini “civiltà” e “società”, non essendo questi ultimi affatto sinonimi, come alcuni possono eventualmente essere portati a credere. Infatti non è errato affermare che, se da un lato una civiltà implica necessariamente un determinato

Leggi l'articolo
Filosofia Logòs Plotino Punte di Freccia Talete

Quando la filosofia uccise il mito…

 di Mario M. Merlino Dopo una rapida invasione nel campo del ‘quotidiano’, da cui esco poco o nulla soddisfatto (mi rendo conto che non sono in grado di dare il meglio di me in qualità di scrittura – sempre geniale, certo, ma dove la poesia si attarda arranca zoppica, di ardito volo e non starnazzare

Leggi l'articolo
Filosofia Nietzsche Platone Punte di Freccia Socrate

Dell’ anima e il corpo

Di Mario M. Merlino Nella contrapposizione tra l’anima e il corpo è quest’ultimo ad avere la peggio. Su questo, tanto il mito quanto la filosofia e, va da sé, le religioni sono stati lungamente d’accordo. Da una parte vi è tutto un coro di elogi alla sua immortalità e dall’altra la constatazione del suo essere

Leggi l'articolo
Filosofia Punte di Freccia

Ancora su “L’inutile necessità del filosofare…” (La nostra patria è il cielo)

di Mario M. Merlino Con la straordinaria capacità di dare vita a vivide immagini, tanto che lo si potrebbe annoverare quale narratore e non soltanto fra i massimi maestri della filosofia, Platone nel Timeo sembra avere a mente quanto verificatosi nel mito di Urano e Gea, ove cielo e terra si sono violentemente dissociati, ricordandoci

Leggi l'articolo
Filosofia Punte di Freccia

L’inutile necessità del filosofare…

di Mario M. Merlino Oggi mi sento di nuovo dietro la cattedra, nell’aula del terzo piano, con la vetrata che riflette la luce da un fianco e, nei giorni di sole, mi costringe a volgere ad essa le spalle. In piedi. E, davanti a me, ingabbiati nei banchi, una trentina di alunni della classe terza,

Leggi l'articolo
Filosofia Heidegger Marx Nietzsche Schopenhauer

La razionalità nascosta

di Flores Tovo Se si dà uno sguardo distaccato all’insieme dello spettacolo che il mondo presente mostra, non potremmo che dare ragione ad Arthur Schopenhauer, il quale riteneva che il principio  intrinseco a tutte le cose, organiche e non, fosse la volontà di vivere, che egli considerava un impulso incosciente, cieco ed irresistibile. Per cui

Leggi l'articolo