26 Febbraio 2024
Controstoria Mussolini Storia

21 novembre 1920: “le donne restino a casa” (parte seconda)

di Giacinto Reale E’ chiaro che, dopo quello che è accaduto, i socialisti del capoluogo emiliano cerchino la rivincita: l’occasione propizia sembra essere proprio quella dell’insediamento del Consiglio comunale, che consacra la vittoria elettorale alla recenti amministrative; la cerimonia è prevista all’interno di quel palazzo D’Accursio, già obiettivo, durante la guerra, di decine di manifestazioni

Leggi l'articolo
Arpinati Controstoria Mussolini Storia

21 novembre 1920: “le donne restino a casa” (parte prima)

di Giacinto Reale Si avvia a fine l’anno della “minorità fascista”, ma ci saranno ancora due episodi che, per la loro drammaticità, per la risonanza che avranno, per le conseguenze che determineranno, sono destinati a fare veramente da spartiacque tra due periodi del fascismo, che, fin qui sostanzialmente defilato rispetto alla grande politica nazionale sarà avviato, d’ora

Leggi l'articolo
Controstoria Fabbriche Insurrezione Mussolini Storia

22 settembre 1920:“ferita d’arma da fuoco alla nuca”

di Giacinto Reale Il 30 agosto, la FIOM ordina l’occupazione delle fabbriche, che sarà destinata a protrarsi nel tempo, forse anche aldilà delle stesse aspettative degli organizzatori, senza che il governo Giolitti, subentrato a Nitti il 15 giugno, ritenga di intervenire in alcun modo per riportare la legalità nelle grandi città industriali d’Italia. All’interno delle

Leggi l'articolo
Balkan Controstoria Mussolini Storia

14 luglio 1920: il battesimo dello squadrismo (seconda parte)

di Giacinto Reale Come esponente di spicco del fascio romano, si va affermando Giuseppe Bottai, Ardito e futurista, letterato e uomo d’azione, che non ha davvero, per i rivali nazionalisti, troppa simpatia: …Nel complesso, sono quindi della brava gente: invadenti, scocciatori, rompiscatole, ingenui e grossolani nelle loro astuzie elettorali, patriottardi più che patrioti, sensibilità acutissima

Leggi l'articolo
Balkan Controstoria Mussolini Storia

14 luglio 1920: il battesimo dello squadrismo (prima parte)

L’11 luglio, a Spalato, nel corso di violenti incidenti con la popolazione locale, vengono uccisi un Ufficiale e un marinaio italiano; per protesta, il Fascio di Trieste, che è particolarmente sensibile a tutto ciò che avviene nelle terre del confine orientale,  organizza, per il giorno 14, un comizio in piazza dell’Unità, durante il quale è

Leggi l'articolo
Controstoria Gaffurio Mussolini Storia

13 novembre 1919: che diluvio al Gaffurio ! (parte seconda)

di Giacinto Reale Arrivati nella cittadina, già nel percorso dalla stazione al teatro Gaffurio, sede dell’adunata, i fascisti vengono fatti oggetto di insulti e minacce da parte di gruppi di sovversivi, ben intenzionati a ripetere l’intimidazione di qualche giorno prima; giunti, comunque, al teatro, gli squadristi si dispongono in Galleria e sul palco, strategicamente, in

Leggi l'articolo
Controstoria Gaffurio Mussolini Storia

13 novembre 1919: che diluvio al Gaffurio ! (parte prima)

di Giacinto Reale Indette le elezioni per il 16 novembre, comizi fascisti si tengono, senza incidenti, ma in un clima di grande tensione, a Milano, in piazza Belgioioso, ed a Monza; il comizio nel capoluogo, in particolare, assume toni molto suggestivi e originali, per la coreografia nuova e di stile “ardito” che l’accompagna. A decidere

Leggi l'articolo
Controstoria Ferruccio Vecchi Mussolini Storia

15 aprile 1919: Ferruccio Vecchi scrive il suo più bell’articolo (parte prima)

di Giacinto Reale Il movimento dei fasci nasce il 23 marzo del 1919: stabilire, però, tra la riunione di piazza san Sepolcro e l’incendio dell’Avanti del 15 aprile un rapporto diretto di causa ed effetto, non è possibile e sarebbe errato; la lettura dei resoconti fatti dai principali protagonisti di questa prima clamorosa azione antisovversiva

Leggi l'articolo
Controstoria Mussolini Popolo d'Italia Sansepolcro Storia

23 marzo 1919: la “congiura dei santi pazzi” (parte seconda)

di Giacinto Reale Si deve pensare, quindi, che l’elenco dei presenti, da passare al giornale il giorno dopo, sia stato compilato in maniera un po’ superficiale, come spesso accade in queste occasioni; da una scorsa a tali nomi si nota subito come manchino nell’elenco la gran parte di quelli che poi saranno, nel periodo successivo,

Leggi l'articolo
Controstoria Mussolini Popolo d'Italia Sansepolcro Storia

23 marzo 1919: la “congiura dei santi pazzi” (parte prima)

di Giacinto Reale La nascita del fascismo data al 23 marzo 1919, giorno in cui l’assemblea di un centinaio di lettori del Popolo d’Italia, riunita nei locali concessi (come da prassi normale) dal Circolo degli interessi industriali e commerciali, in piazza San Sepolcro, a Milano, in una “congiura di santi pazzi” delibera la costituzione dei

Leggi l'articolo