18 Giugno 2024
Storia

Il volo di D’Annunzio su Trieste

Il Poeta lancia patriottici messaggi ai nostri fratelli: “ La fine del vostro martirio è prossima!” Intorno agli anni che videro l’inizio della guerra, Gabriele d’Annunzio, che era già un famoso poeta, stava attraversando un momento cupo della sua vita, afflitto da un periodo di crisi creativa e da problemi economici, era emigrato in Francia

Leggi l'articolo
Storia

Un audace bombardamento aereo

Un audace bombardamento aereo: un nostro dirigibile lancia 40 granate-torpedini sulle opere militari di Riva. L’Italia all’inizio della guerra contava su una sessantina di aeroplani, quasi tutti di tipo antiquato e di costruzione francese e tre dirigibili. La marina aveva in linea quindici idrovolanti e due dirigibili. Tra i personaggi più importanti dell’aerostatica ci fu

Leggi l'articolo
Storia

Le nuove armi degli alleati: una “dreadnought terrestre” inglese sulle posizioni tedesche

Fra le nuove tecnologie che vennero usate nella Grande Guerra ci furono i primi modelli di carri armati. I primi esemplari furono costruiti intorno agli inizi del 1900 in Germania, con il perfezionamento del motore a scoppio per le auto. Durante gli anni del conflitto, furono però gli Inglesi a metterne in uso, sul fronte

Leggi l'articolo
Storia

Guerra modernissima

Guerra modernissima: i nostri lanciano granate a mano nelle trincee nemiche distanti pochi metri. Durante la Prima guerra mondiale, una guerra come più volte ripetuto detta di posizione, avvenivano pericolosi attacchi da una linea all’altra, scagliando ordigni direttamente nelle trincee, sia per uccidere i soldati nemici che per rendere inagibili i ricoveri sotterranei, soprattutto le

Leggi l'articolo
Storia

La drammatica avventura di un alpino

La drammatica avventura di un alpino: sospeso su di un burrone, si batte e mette in fuga un gruppo di austriaci. C’è un alpino, un eroe, che tutti conoscono il suo nome è Cesare Battisti e, contemporaneamente, ce ne fu un altro che rimane sconosciuto ai più e di cui parlerò più sotto. Cesare Battisti

Leggi l'articolo
Storia

La musica dei Carabinieri a Parigi: l’entusiasmo della folla al passaggio dei soldati italiani

  Menzionati più che altro per l’ingrato compito di “accompagnare” i fanti all’assalto, mi piace ricordare al contrario le battaglie in cui i Carabinieri si fecero onore nel corso della 1^ Guerra Mondiale: le battaglie dell’Isonzo, del Carso, del Piave, sul Sabotino, sul San Michele ed in particolare nei combattimenti sulle pendici del Podgora, nell’inseguire

Leggi l'articolo
Storia

La conquista dell’Ortigara

“L’attacco che dalla quota 2101 si gettava sulla quota 2105, correva in quel momento sulla cresta, nell’insellatura, da destra a sinistra. Era una confusione veloce di uomini curvi, tutta scintillante di lame”(L.Barzini)   L’Ortigara è stato il Calvario degli alpini, l’inizio di un vecchio canto di guerra recita:   “Venti giorni sull’Ortigara senza cambio per

Leggi l'articolo
Storia

Gli Alpini scalano le pareti verticali a nord-est del Cauriol, piantando nelle rocce i ferri che servono da gradini

L’aspetto più terribile e sanguinoso del primo conflitto mondiale fu rappresentato dalla guerra di trincea. Durante la Grande Guerra, infatti, migliaia di uomini persero la vita per conquistare e difendere pochi metri di terreno, esposti al freddo, alle intemperie, compiendo pericolose scalate, morendo colpiti non solo dalle pallottole, ma anche dalle malattie. La trincea, un

Leggi l'articolo
Storia

Sotto la tormenta: una colonna di rifornimenti in viaggio verso le prime file

I rifornimenti per le truppe venivano portati in alta quota da colonne di alpini, ma pochi sanno che vi furono donne che, con grandi sacrifici e rischiando la vita, portavano i rifornimenti dalla valle fino alle montagne. E’ la storia delle portatrici carniche, che si colloca tra l’Agosto del 1915 e l’Ottobre del 1917. La

Leggi l'articolo
Storia

Marinai d’Italia

Dopo aver superato formidabili ostacoli, Pellegrini, Milani, Angelini e Corrias silurarono ripetutamente, nel porto di Pola, una grande corazzata del tipo “Virius Unitis”. I marinai, furono degni “assi” del primo conflitto mondiale e compirono la loro efficace opera sul mare, ma anche a terra insieme aibersaglieri e alla fanteria. Dopo la disfatta di Caporetto, reparti di

Leggi l'articolo