16 Aprile 2024
Lorenzoni Prati

Amici di Ereticamente per un ‘Etnonazionalismo Völkisch’

Associazione Culturale

Identità e Tradizione

Da troppo tempo ormai le nostre comunità etniche sono divenute lande desolate nelle quali è sempre più difficile riconoscere e ri-trovare le nostre radici e le nostre Tradizioni di Popoli Europei. La Sovversione massonico-mondialista, attraverso l’immigrazione selvaggia, cerca di perseguire un vero e proprio tentativo di genocidio etno-razziale ed animico-spirituale ai danni dei nostri Popoli, distruggendone le radici etno-culturali, promuovendo l’uniformizzazione egualitaria della mentalità ed omogeneizzando i costumi all’insegna dei valori edonistici, creando un vero e proprio meticciato, dove cresceranno solo i vuoti miti del capitalismo mondialista.

Per questo, nel 2003, è stata costituita l’Associazione Culturale Identità e Tradizione.

Identità e Tradizione, più che una normale associazione culturale, è un vero sodalizio di Patrioti Etnonazionalisti che si sono posti come compito, come dovere imperativo, quello di salvaguardare l’immenso patrimonio etnonazionale, culturale, storico e linguistico dei Popoli Europei dai tentativi di sradicamento e d’alienizzazione posti in essere dall’ideologia mondialista, americanofila e terzomondista. Scopo principale dell’Associazione Culturale Identità e Tradizione è quello di promuovere ogni attività di tipo culturale, sociale, linguistico, storico, tendente alla valorizzazione ed alla difesa delle Identità e delle Tradizioni dei Popoli Europei ed alla diffusione del Pensiero Etnonazionalista e dell’Idea Völkisch.

Il Presidente della Associazione Culturale Identità e Tradizione
Silvano Lorenzoni
Il Segretario della Associazione Culturale Identità e Tradizione
Federico Prati

2 Comments

  • Steno Lamonica 5 Novembre 2011

    La distruzione delle radici dei popoli con la negazione, per DOGMA, dell’Ethnos è iniziata molto prima di quello che stiamo vedendo attualmente. L’Ugualitarismo,il Cosmopolitismo,l’Internazionalismo,il Mondialismo sorsero con il Cristianesimo ove,ripeto,l’ETHNOS è per DOGMA,condannato. Non starò qui ad elencare tutti coloro che videro nel Cristianesimo l’origine del Comunismo (Spengler,Kremmerz,Reghini credo siano sufficienti per citare gli attuali) ma l’agghiacciante ammissione del volto pre marxista del Cristianesimo è enunciato proprio dal fondatore dello stesso Cristianesimo,”san” Paolo il quale nel testo “divino ed infallibile” (?!…) del Vangelo,LETTERA AI GALATI III,23-29 dichiara la condanna dell’ETHNOS in nome del Cosmopolitismo.Il Cristianesimo è la matrice teologica del Bolscevismo. Radici molto più antiche,quindi,ha il volto della Sovversione contro il Kosmos Indoeuropeo. L’Etnonazionalismo Europeo privato della sua Anima,del suo Spirito,della sua Psiche,il Paganesimo Indoeuropeo,ha la certezza di essere un bel Vaso Greco ma pieno di crepe che lo svuoteranno della sua funzionalità. Ogni Popolo ha la sua Via al Divino e noi Indoeuropei della Famiglia Italica,Romana,Greca,Celtica (splendida sintesi dell’Italia sorta dal Risorgimento) abbiamo la Luce nell’Olimpo e Mitologia Nordica e non nelle divinità del Sinai e Galilea. STENO LAMONICA steno@aryo.it

  • Steno Lamonica 5 Novembre 2011

    La distruzione delle radici dei popoli con la negazione, per DOGMA, dell’Ethnos è iniziata molto prima di quello che stiamo vedendo attualmente. L’Ugualitarismo,il Cosmopolitismo,l’Internazionalismo,il Mondialismo sorsero con il Cristianesimo ove,ripeto,l’ETHNOS è per DOGMA,condannato. Non starò qui ad elencare tutti coloro che videro nel Cristianesimo l’origine del Comunismo (Spengler,Kremmerz,Reghini credo siano sufficienti per citare gli attuali) ma l’agghiacciante ammissione del volto pre marxista del Cristianesimo è enunciato proprio dal fondatore dello stesso Cristianesimo,”san” Paolo il quale nel testo “divino ed infallibile” (?!…) del Vangelo,LETTERA AI GALATI III,23-29 dichiara la condanna dell’ETHNOS in nome del Cosmopolitismo.Il Cristianesimo è la matrice teologica del Bolscevismo. Radici molto più antiche,quindi,ha il volto della Sovversione contro il Kosmos Indoeuropeo. L’Etnonazionalismo Europeo privato della sua Anima,del suo Spirito,della sua Psiche,il Paganesimo Indoeuropeo,ha la certezza di essere un bel Vaso Greco ma pieno di crepe che lo svuoteranno della sua funzionalità. Ogni Popolo ha la sua Via al Divino e noi Indoeuropei della Famiglia Italica,Romana,Greca,Celtica (splendida sintesi dell’Italia sorta dal Risorgimento) abbiamo la Luce nell’Olimpo e Mitologia Nordica e non nelle divinità del Sinai e Galilea. STENO LAMONICA steno@aryo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *