Uno, Nessuno, Centomila – Stelvio Dal Piaz

 Uno, Nessuno, Centomila – Stelvio Dal Piaz

Questo titolo troverà una spiegazione documentale e documentata, al termine di questo messaggio che possiamo tranquillamente collocare tra gli argomenti <fuori dal coro>. L’attacco concentrico di <chiara marca giudaico-massonico-esoterica> ai luoghi della NOSTRA MEMORIA – Campo di Nettuno – Istituto Storico della Repubblica Sociale Italiana di Terranuova Bracciolini Località CICOGNA – mi hanno convinto – come Volontario giovanissimo nelle formazioni militari della R.S.I. – a proporre ad amici e camerati – gli elementi essenziali per una prospettiva nuova di analisi e giudizio su panorami occulti della STORIA. Nicholas Murray Butler così si espresse a suo tempo: “Il mondo si divide in tre categorie di persone: un piccolissimo numero che producono gli avvenimenti; un gruppo un po’ più importante che veglia alla loro esecuzione e assiste al loro compimento; infine una vasta maggioranza che giammai saprà ciò che in realtà è accaduto “. A questo punto è necessario ed opportuno ricordare chi ERA questo personaggio. Il Dr. Nicholas Murray Butler è stato presidente dell’Università di Columbia, presidente della Carnegia Endwment for International Peace, Membro fondatore e presidente della Pilgrims Society e membro del Council on Foreign Relation (CFR) e Capo del British Israel. Insomma UNO di LORO! Adesso appare più chiaro che sia in atto da lungo tempo una cospirazione sovranazionale i cui <fili della STORIA>, si tirano proprio nelle logge massoniche, nei consigli di amministrazione delle multinazionali e delle grandi banche. La Rivoluzione francese fu una congiura massonica, preparata da <PENSATORI> del tipo di Augustin Cochin e altri gruppi di pressione. La stessa Rivoluzione bolscevica fu una congiura giudaico-massonica. Il “Times” del 10 marzo 1920 scrisse: “Si può considerare ormai come accertato che la Rivoluzione bolscevica del 1917 è stata finanziata e sostenuta principalmente dall’alta finanza ebraica attraverso la Svezia: ciò non è che un aspetto della messa in atto del complotto del 1773. Rivelatore di questa situazione è il libro “Rossija nakanune revolijucif” di Grigorij Aronson, pubblicato nel 1962 a New York e che riporta delle lettere di E. D. Kuskova moglie del massone Prokopovic, legato da profonda amicizia al confratello Kerensky. Nella lettera del 15 novembre 1955 si legge: Avevamo la <nostra> gente dappertutto. (…) Fino a questo momento il segreto di questa capillare organizzazione non è stato mai divulgato, eppure l’organizzazione era enorme. Al tempo della rivoluzione di febbraio tutta la Russia era coperta da una rete di logge”. Apro una parentesi e trasferisco il significato di quest’ultima frase ad oggi, 18 settembre 2021 nel paese Italia: noi italiani viviamo la stessa realtà e non temo di affermare che viviamo sotto il dominio della stessa rete capillare di logge (stampa, televisione, e tutta la comunicazione massmediatica, case editrici, anche della letteratura destinata alle scuole di ogni ordine e grado). C’è ancora di più e il lato occulto della storia contemporanea ci dice che insospettabili VIP del mondo che conta sono affiliati ad oscuri ordini esoterici. Non ho timore di fare alcuni nomi anche se so che quando si citano certe situazioni scatta il logaritmo della sorveglianza: l’ex presidente Bush è stato iniziato nel 1943 alla setta “Skull and Bones” (Teschio e Ossa) dell’Università di Yale, fondata nel 1832. George Bush è stato anche direttore della C.I.A. La Skull and Bones assieme a società come Rhodes Trust, secondo la rivista “Economist” (25 dicembre 1992), sono la moderna risorgenza degli “Illuminati di Baviera” di Jean Adam Weisshaupt (1748- 1830). Ne fanno parte, la famiglia Harriman, della Morgan Guaraty TRUST – i ROCKEFELLER, studi legali eccellenti, tutta la dirigenza della C.I.A. nella sua continuità. Inoltre lo storico Antony C. Sutton ci fa sapere che <Skull and Bones> è strettamente collegata al movimento New Age e ad essa, asserisce sempre Sutton, non sono estranei aspetti <satanisti>. Marylin Ferguson nel suo libro “The Aquarian Conspiracy”, una vera e propria Bibbia del Movimento New Age, mette assieme Huxley con Teilhard de Chardin, Carl Gustav Jung, Maslow, Carl Rogers, Roberto Assagioli, Krishnamurti, ecc. , tra i personaggi che sono da considerare come padri spirituali del New Age. Aldous Huxley e suo fratello Julian, quest’ultimo è stato il primo dirigente dell’U.N.E.S.C.O. ed ambedue erano anche membri effettivi di importanti affiliazioni mondialiste, e tra queste l’anglosassone Fabian Society. A questo punto non deve meravigliare scoprire le trattative segrete intercorse tra George Bush ed alte personalità del governo iraniano, che hanno poi portato allo scandalo dell’Irangate. Gli accordi furono resi possibili da Khomeini e dal suo entourage, comprendente buona parte dei suoi ministri, il capo della polizia, il comandante dell’esercito, il procuratore generale del tribunale islamico e il capo della polizia segreta che risultano tutti affiliati alla Gran Loggia dell’Iran a sua volta sottomessa alla Gran Loggia d’Inghilterra. (nota a margine di attualità che mi interessa: il Gruppo Parlato-De Felice, finanziato dal ministro dei Beni Culturali Franceschini – governo Draghi – dal Vaticano e – udite udite – dalla Gran Loggia d’Inghilterra) E’ noto che l’ex presidente George Bush è esponente di rilievo della sinarchia internazionale, figura di spicco del C.F.R., della Trilateral, della potente Pilgrims Society oltre che – come già segnalato – della Skull and Bones. E’ anche interessante segnalare un articolo, firmato M. Dornbierer, apparso, il 29 gennaio 1991, sul giornale messicano “Excelsior” che spiegava “lo smisurato sionismo” di Bush documentando la sua origine ebraica secondo quanto indicato nell’Enciclopedia ebraica castigliana. Bush è – inoltre – un W.A.S.P. (White Anglo-Saxson Protestant) ovvero un americano convinto che la sua origine razziale e le sue convinzioni religiose lo pongono al di sopra degli altri uomini. Sono i <missionari> del Nuovo Ordine Mondiale. Al di là di ogni altra considerazione a NOI interessa evocare uno dei motti delle insegne della Massoneria: “Ordo ab Chao” ( l’Ordine nasce dal CAOS). Non è da meno il curriculum dell’ex presidente Clinton. Ci informa Blondet che Clinton portò con sé Les Aspin (CFR) che, tra l’altro, firmò la “Dichiarazione di Interdipendenza” che è, in sostanza, una mozione del Congresso che nel 1962 proponeva di cancellare dalla Costituzione ogni dichiarazione di sovranità nazionale, in quanto ostacolo all’instaurazione di un “Nuovo Ordine Mondiale”. Il “Rhodes Group “nacque nel 1891 per iniziativa di Lord Cecil Rhodes, ricchissimo personaggio legato ai Rothscild, assieme a Lord Milner, Lord Isher, Lord Balfour, intorno all’Idea guida di organizzare una federazione mondiale di cui U.S.A. e Impero britannico sarebbero stati il centro propulsore. Il mezzo per attuarlo consisteva in una selezione elitaria dei quadri protagonisti degli ambienti universitari, politici, finanziari. Attorno a questo nucleo iniziale permeato delle idee mondialiste della Fabian Society, sorsero i gruppi della Round Table che, a loro volta, nel 1919, dettero vita a due odierni pilastri del potere mondialista, cioè, gli Istituti Affari Internazionali britannico (R.I.I.A.) e americano (C.F.R.). Il Rhodes Group, al pari della Skull and Bones, controlla il C.F.R., (che, a sua volta controlla la Trilaterale). Il “governo ombra americano” il cui comitato direttivo annovera personaggi in grado di gestire bilanci superiori a quello annuale lordo americano. È il controllo della MONETA che domina la politica americana indipendentemente quale sia l’orientamento del Presidente eletto in quel momento. A tal proposito, voglio ricordare che ben TRE Presidenti degli U.S.A. sono stati ASSASSINATI perché hanno <battuto MONETA in nome del popolo americano>, al di fuori della moneta a debito emessa dalla FED. Ritornando al progetto del “Nuovo Ordine Mondiale”, già il 17 febbraio del 1950, il banchiere James Warburg, alla Commissione Esteri del Senato americano aveva affermato con tono perentorio: “Che vi piaccia o no, avremo un governo mondiale, o col consenso o con la forza!”. FANTAPOLITICA? O tendenza al complottismo delle forze oscure della reazione – come osano affermare taluni INTELLETTUALI di casa nostra! Riporto due esempi italiani! Ecco cosa scriveva la rivista americana “Eir” il 2 aprile 1993 “…il capogruppo DC alla Camera, Gerardo Bianco e il suo collega al Senato, Gabriele De Rosa, presentano un esposto alla Procura di Roma, chiedendo di appurare se c’è una cospirazione politica per distruggere l’ordine costituzionale italiano (…). Gli scandali rappresentano un tentativo da parte delle forze Anglo-Americane, segnatamente la Fra Massoneria, di orchestrare una generale destabilizzazione della nazione italiana per distruggere il sistema politico esistente e insediare un nuovo ordine, a loro più gradito. (vedi SCANDALO mani pulite!). Ai cronisti che chiedevano a MANCINO cosa c’è dietro le stragi italiane, Lui rispose: “Non escludo un ruolo della finanza internazionale. Strategie occulte della “secret family bancaria internazionale”. Davide Rockefeller, “credendo di parlare a orecchie fidate, nel 1991… ha ammesso: 1) che una cospirazione esiste “almeno da quaranta anni”; 2) che essa ha lo scopo di instaurare nel segreto, “un governo mondiale “e “la sovranità nazionale dei banchieri; (nel momento Draghi!); 3) che il “nemico” dei cospiratori è “l’autodeterminazione nazionale“ ( cioè nessun potere decisionale ai popoli!) Quindi, possiamo tranquillamente affermare che è ritornata alla ribalta la “grande congiura” ordita contro l’umanità e cioè “ l’antica cospirazione sinarchica“ riciclata in chiave moderna , che ha come fine quello di impadronirsi del governo del mondo“. Non deve meravigliare se, a questi livelli, parole come < destra e sinistra > non abbiano più significato, come pure – più esattamente – non si badi a razze, religioni, ideologie: questi sono solo mezzi da utilizzare per raggiungere il fine ultimo, su scala mondiale, con l’antica e sempre valida strategia del <divide et impera>. Tutta questa documentazione per rispondere adeguatamente agli “storici professionali“ che, come il gruppo “Parlato-De Felice” affermano che è giunto il momento per “storicizzare il FASCISMO”! Cari signori, NON sono d’accordo per il semplice motivo che “la guerra del SANGUE contro l’ORO” è ancora in corso, e con metodologia ancora più feroce e devastante per i lavoratori e le giovani generazioni! Quindi, per NOI la “GUERRA continua” anche per difendere i NOSTRI spazi materiali e IDEALI della MEMORIA, che sono il risultato del lavoro volontario, del sacrificio anche finanziario generosamente offerto, per tenere FEDE al “GIURAMENTO alla BANDIERA di COMBATTIMENTO della Repubblica Sociale Italiana.

Come promesso all’inizio devo chiarire l’intitolazione di questo scritto-documento: io sono UNO perché in questo momento sono “SOLO” e mi prendo da solo la responsabilità di quanto scritto e affermato; sono NESSUNO in quanto consapevole della insufficienza personale nel rappresentare CENTOMILA CAMERATI ASSASSINATI O INFOIBATI nelle “radiose giornate” della cosiddetta “liberazione”, per NOI sopravvissuti, giornate di LUTTO NAZIONALE.

Il materiale storico-documentale è tratto da “Introduzione alla Microfisica del Potere “di Giuseppe Cosco – Edizioni “La Biblioteca di Babele” Modica 2002 –

Stelvio Dal Piaz

Print Friendly, PDF & Email
Categorie: Controstoria

Pubblicato da Ereticamente il 24 Settembre 2021

Ereticamente

“La visione del mondo non si basa sui libri, ma su di una forma interiore e su una sensibilità, aventi carattere non acquisito, ma innato. Si tratta essenzialmente di una disposizione e di un atteggiamento, non già di teoria o di cultura, disposizioni che non concernono il solo dominio mentale ma investono anche quello del sentire e del volere, informano il carattere, si manifestano in reazioni aventi la stessa sicurezza dell’istinto, danno evidenza ad un lato significato dell’esistenza. (…) Se la nebbia si solleverà apparirà chiaro che è la visione del mondo ciò che, di là da ogni cultura, deve unire o dividere tracciando invalicabili frontiere dell’anima: che anche in un movimento politico essa costituisce l’elemento primario, perché solo una visione del mondo ha il potere di cristallizzare un dato tipo umano e quindi di dare un tono specifico ad una data Comunità.”

Commenti

  1. Francesco

    Mah! Se fosse così sarebbe tutto molto semplice da capire….ho paure. Che ci sia un ‘ eccessiva semplificazione

Lascia un commento

    Fai una donazione


  • Giuliano Kremmerz

  • la morte

  • dante celato

  • a dominique venner

  • TOMMASO campanella

  • intorno al sacro

    letture bruniane

    post Popolari

  • Ultimi commenti
  • archivio ereticamente

    Tag

    Newsletter