fbpx

Il nuovo “dio del Caos” – Dana Lloyd Thomas

Il nuovo “dio del Caos” –  Dana Lloyd Thomas

– Religioni abramiche “in quarantena”

Nell’attuale situazione di “pandemia” – che alcuni commentatori anglosassoni hanno denominato “plandemic”, per indicare la pioggia di misure contraddittorie messe in atto dalle oligarchie politico finanziarie, con la scusa che “ce lo chiede il virus” – c’è un aspetto macroscopico che sembra essere sfuggito ai più. Un aspetto sollevato da qualche studioso attento come Maurizio Blondet, il quale ha espresso il proprio sgomento davanti alla chiusura, totale e indifferenziata, delle chiese cattoliche in tutta Italia nonché in altre nazioni. Ma c’è di più: tutte le religioni abramiche, a quanto pare, sono state in qualche modo “messe in quarantena” dal nuovo “dio del Caos” dal nome “Coronavirus” (per evitare di nominarlo troppo, lo chiameremo “CV”). Chiese, sinagoghe, moschee sono sbarrate, impedendo la preghiera collettiva, persino con il “distanziamento” previsto per i supermercati. Come ha osservato Diego Fusaro, si può uscire da casa per comprare merci in una totale mercificazione della vita quotidiana, ma andare in qualche tempio, anche a ordine sparso, viene bollato come fonte di contagio!

Se nel mondo ortodosso cristiano il clero ha respinto la chiusura delle chiese, in quello “occidentale” i sacerdoti si sono ridotti a celebrare la messa da soli davanti alle telecamere. Non ci è dato di sapere nel conseguenze, nel lungo termine, della mediatizzazione della pratica religiosa: visto che l’Italia è notoriamente un Paese di “praticanti non credenti”, ci potremo forse aspettare fenomeni interessanti, con improvvisi rafforzamenti ma anche ripensamenti dal punto di vista religioso.

– Inchinatevi al nuovo “dio”

L’intuizione del CV come nuovo dio del Caos è stato lanciato da Thomas Sheridan, scrittore e blogger irlandese, sul proprio canale Youtube. Qui non si intende ovviamente un dio in senso letterale, ma una forza alimentata dai pensieri e soprattutto dalla paura, sapientemente suscitata nella folla. Cinquecento anni di cultura umanistica sono duramente messe alla prova da una vasta macchina propagandistica che si occupa al 95% di suscitare l’antico terrore della malattia e della morte, e al 5% (siamo generosi) di informazioni scientifiche. Serpeggia il fenomeno di bollare come “portatori sani” le persone sane, in una nuova caccia all’untore: che fine ha fatto la lezione di Manzoni, studiata a scuola da tutti? Il dio CV viene nominato a ritmo martellante, milioni di volte al giorno, anche quando “lui” non c’entra proprio nulla. La sua immagine bizzarra appare, come un sigillo demonico, su tutti i media, su tutti i siti web, quasi un mostro di foggia Lovecraftiana. Sheridan ci fa presente come buona parte dell’umanità viene indotta, almeno per ora, a propiziare questo nuovo dio del Caos.

I devoti sfoggiano mascherine e guanti, anche in luoghi isolati o da soli in automobile! Il sacerdozio si fa fotografare munito di “dispositivi protettivi” sempre più ingombranti, per arrivare alla tuta NBC (nucleare biologica chimica). I teledipendenti attendono con fiato sospeso l’ultimo comunicato delle “autorità” sulle cifre (presunte) dei contagiati, dei morti, e persino dei guariti. Insomma, questa specie di “eggregore” o comunque forma-pensiero denominato CV ha scardinato condizionamenti secolari, alcuni buoni e altri meno. Ma non si tratta di una operazione senza precedenti: basti ricordare come la “scienza razziale” tedesca si vantava qualche decennio fa di aver provato “definitivamente” le proprie tesi omicide. E oggi siamo sempre lì: la burocrazia che si erige a dio irato ma anche generoso, che emana ordini spacciati come “scientifici”, tessendo con affanno una narrativa mediatica incline a giravolte a non finire. Chi mette in dubbio il verbo CV dell’oggi viene bollato come eretico, anche quando avrà dimostrato di avere ragione domani.

– Le forme-pensiero hanno una durata limitata

Se l’isterismo attuale è più contagioso delle malattie stesse, esiste un lato positivo. Il “dio del terrore” è stato alimentato in fretta e furia attraverso i mezzi di comunicazione: un albero altissimo ma senza radici. Serpeggia il dubbio che, con le loro raccomandazioni, le “autorità” non la dicono tutta. Perché ad esempio la “distanza interpersonale” in Gran Bretagna è di due metri, in Germania un metro e mezzo e in Italia un metro? I virus inglesi volano meglio?  E non sarebbe bene invece rafforzare ognuno la propria salute, il proprio sistema immunitario, come tra l’altro lo stesso mondo medico e sportivo ci dicono da una vita?  Dove è finita la compassione umana davanti ai sofferenti? Personaggi come il Maestro Kremmerz hanno fatto bene a promuovere il pensiero-azione della salute, una forza mille volte più potente delle fisime escogitate per imporre il controllo sociale ed economico. Possiamo confidare, in fin dei conti, nell’atavica diffidenza italica davanti a Chiesa e Stato, e quindi alle pronunce, per quanto perentorie e strillate, dei politici e degli “esperti” del momento. Successivamente, grazie a questa esperienza collettiva dai risvolti affascinanti, ognuno potrà fare i conti con il proprio indirizzo spirituale; e potrà giudicare da sé l’operato delle c.d. élite che fino ad oggi hanno fatto il bello e il cattivo tempo.

Dana Lloyd Thomas

Print Friendly, PDF & Email
Categorie: Società

Pubblicato da Ereticamente il 16 Aprile 2020

Ereticamente

“La visione del mondo non si basa sui libri, ma su di una forma interiore e su una sensibilità, aventi carattere non acquisito, ma innato. Si tratta essenzialmente di una disposizione e di un atteggiamento, non già di teoria o di cultura, disposizioni che non concernono il solo dominio mentale ma investono anche quello del sentire e del volere, informano il carattere, si manifestano in reazioni aventi la stessa sicurezza dell’istinto, danno evidenza ad un lato significato dell’esistenza. (…) Se la nebbia si solleverà apparirà chiaro che è la visione del mondo ciò che, di là da ogni cultura, deve unire o dividere tracciando invalicabili frontiere dell’anima: che anche in un movimento politico essa costituisce l’elemento primario, perché solo una visione del mondo ha il potere di cristallizzare un dato tipo umano e quindi di dare un tono specifico ad una data Comunità.”

Lascia un commento

    Fai una donazione


  • siamo su telegram

  • bombardano milano

  • studi evoliani

  • emergenza sanitaria

    Nuovo Dpcm in arrivo – Daniele Trabucco

    di Daniele Trabucco

    Il Presidente del Consiglio dei Ministri pro tempore, prof. avv. Giuseppe Conte, sta valutando un nuovo DPCM in ragione dell’aumento dei contagi[...]

  • Teurgia - libreria

  • la dimora del sublime

  • emergenza vaccini

    Vaccini: Cosa non conosciamo? Storia,tabelle e grafici mai visionati – Vacciniinforma

    di Ereticamente

    VACCINI: COSA CI È STATO OMESSO? Nella letteratura medica, si esaltano da sempre le virtù della vaccinazione. Dopo aver letto questi libri, si riman[...]

  • post Popolari

  • a dominique venner

  • Ultimi commenti
  • archivio ereticamente

    Tag

    Newsletter

g. casalino

ELEUSI

J. Thiriart

STODDARD

TRABUCCO