fbpx

La nuova governance mondiale targata OMS – Ilaria Bifarini

La nuova governance mondiale targata OMS – Ilaria Bifarini

Per la prima volta nella storia della globalizzazione, tutti i Paesi, persino la recalcitrante Inghilterra fresca di Brexit e gli Stati Uniti patria della fervente economia di mercato, dove gli affari e i consumi non si fermano mai, sono in lockdown. L’economia mondiale è ferma, in quarantena, crollano i consumi, le produzioni e l’intera popolazione mondiale, fatta eccezione per alcuni Paesi del Terzo Mondo (e la Russia) che sembrano per ora i meno colpiti, ha abdicato al proprio stile di vita e ai diritti democratici, accettando uno stato d’eccezione con massicce restrizioni. Per la prima volta vige una condivisione di regole comuni su scala planetaria: un nuovo ordine si è sostituito al caos del globalismo, basato sulla libera circolazione delle merci e delle persone, a guida OMC, FMI e Banca Mondiale. A garantire questa nuova governance, per ora provvisoria e legata a uno stato di emergenza sanitaria, è un altro attore sovranazionale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Al governo liberista e liberale delle istituzioni economiche internazionali si è sostituito quello per definizione non democratico degli scienziati: “la scienza non è democratica”, ci è stato già detto più volte. Ci sarebbe da eccepire che per scienza si intende conoscenza, saggezza, termini che ci riportano a un concetto socratico del sapere, motivo per il quale anche tra gli stessi virologi esistono diverse correnti, non sempre concordi. Ma per adesso evitiamo polemiche in ambiti dove non è opportuno dubitare e affidiamoci al mainstrem scientifico, in un momento così doloroso per il nostro Paese, che sta registrando il maggior numero di decessi per coronavirus, secondo sola alla Cina. Gettiamo però un po’ di luce su questo attore sovranazionale, che con le sue raccomandazioni guida le nostre vite e le nostre economie e continuerà a farlo finché questo virus non ci darà tregua.

OMS: Costituzione e finanziamenti

L’OMS è un’agenzia speciale dell’ONU per la salute con sede a Ginevra, entrata in vigore il 7 aprile 1948, governata da 194 stati membri attraverso l’Assemblea mondiale della sanità, convocata annualmente in sessioni ordinarie e composta da rappresentanti dell’amministrazione sanitaria di ciascun paese. Nella sua Costituzione quale obiettivo primario è indicato quello della sanità, intesa come “uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, (che) non consiste solo in un’assenza di malattia o d’infermità”. “Per raggiungere il più alto grado di sanità è indispensabile rendere accessibili a tutti i popoli le cognizioni acquistate dalle scienze mediche, psicologiche ed affini. Un’opinione pubblica illuminata ed una cooperazione attiva del pubblico sono d’importanza capitale per il miglioramento della sanità dei popoli.” A fronte di finalità di così vasta portata, il budget dell’organizzazione di Ginevra è piuttosto contenuto (circa 4 miliardi di dollari) e, mentre inizialmente proveniva prevalentemente dagli Stati, negli ultimi decenni la tendenza si è modificata: ben l’87% attualmente deriva da donatori privati. L’80% dei fondi donati sono “earmarked”, cioè vincolati a finanziare programmi specifici, decisi dai donatori stessi, aspetto che ha destato non poche perplessità sulle scelte dell’organizzazione. Il direttore dell’Istituto di Sanità globale di Ginevra, Antonie Flahault, a seguito della donazione di circa 900 milioni da parte della Fondazione dei coniugi Gates nel biennio 2016-2017, lamentava come l’OMS fosse “costretta a tenere conto di quello che Gates ritiene prioritario”, cioè la lotta alla poliomielite, cui furono impegnati più fondi che alla prevenzione dell’HIV, quarta causa di morte nel Terzo Mondo.

La Fondazione dei Gates risulta a oggi il primo donatore privato dell’OMS e nell’ottobre scorso è stata partner del Johns Hopkins Center for Health Security nella simulazione di una pandemia coronavirus, chiamata “nCoV-2019”. Attualmente ha donato 100 milioni di dollari per sconfiggere il Covid_19. Questo non dimostra assolutamente che esista un complotto ai fini speculativi ordito dal mefistofelico Gates, che probabilmente di aumentare la propria ricchezza non ha un gran bisogno, ma getta sicuramente molte perplessità sul suo ruolo predominante in materia di sanità mondiale. A proposito, in una sua recente intervista ha invitato tutti a essere tranquilli e ad attenersi al lockdown e all’isolamento sociale ancora “soltanto” per 10 settimane, e ha lanciato frecciate velenose alle intenzioni di Trump di voler impedire la paralisi economica americana. E’ ragionevole credere che la sua previsione si avvererà. Del resto, si era già rivelato un veggente!

Ilaria Bifarini, (http://ilariabifarini.com/)
è nata a Rieti l’1 aprile del 1980 e si è diplomata al Liceo classico “Terenzio Varrone”. Dopo essersi trasferita nel 1999 a Milano, nel 2004 si è laureata col massimo dei voti in Economia della Pubblica amministrazione e delle Organizzazioni internazionali all’Università “Luigi Bocconi” di Milano. In seguito ha frequentato la Scuola Italiana per le Organizzazioni Internazionali di Roma ed il Corso di Liberalismo presso l’Istituto “Luigi Einaudi” di Roma. Ha conseguito inoltre l’abilitazione alla professione di dottoressa commercialista e revisore contabile, oltre al SIOI (master in studi diplomatici). Dopo esperienze professionali nel pubblico e nel privato, attraverso un cammino fatto di studio ed introspezione, si è via via discostata dalla formazione prettamente neoliberista derivante dai suoi studi. Collabora con varie testate giornalistiche in rete e intervengo a convegni e trasmissioni televisive.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Categorie: Attualità

Pubblicato da Ilaria Bifarini il 26 Marzo 2020

Ilaria Bifarini

Ilaria Bifarini, è nata a Rieti l’1 aprile del 1980 e si è diplomata al Liceo classico “Terenzio Varrone”. Dopo essersi trasferita nel 1999 a Milano, nel 2004 si è laureata col massimo dei voti in Economia della Pubblica amministrazione e delle Organizzazioni internazionali all’Università “Luigi Bocconi” di Milano. In seguito ha frequentato la Scuola Italiana per le Organizzazioni Internazionali di Roma ed il Corso di Liberalismo presso l’Istituto “Luigi Einaudi” di Roma. Ha conseguito inoltre l’abilitazione alla professione di dottoressa commercialista e revisore contabile, oltre al SIOI (master in studi diplomatici). Dopo esperienze professionali nel pubblico e nel privato, attraverso un cammino fatto di studio ed introspezione, si è via via discostata dalla formazione prettamente neoliberista derivante dai suoi studi. Collabora con varie testate giornalistiche in rete e intervengo a convegni e trasmissioni televisive.

Commenti

  1. Cara Ilaria, il “pezzo” è centrato sulla Situazione e concordo anche con “il basso profilo”, tuttavia mi sfugge il Senso. Non che Altri lo abbiano centrato, al contrario, starnazzano e sproloquiano senza Dire: il Sistema, molto più della Pandemia, FA PAURA e specie qui da Noi, dove tutto è “provvisorio”. Proviamo a fare una “fotografia” un po’ più dettagliata, giusto a complemento. Vero che l’OMS da decenni e in vari modi, più o meno subdoli, ha fatto introdurre le VACCINAZIONI OBBLIGATORIE in barba alle Costituzioni e Diritti dell’Uomo, con la scusa del “gregge”: per l’OMS l’Umanità è composta di Pecore e non già di senzienti. Vero che il Vaccino antipolio ci ha REGALATO l’HIV (al tempo si diceva che i Negri si acoppiavano con gli Scimpanzé, poiché la variante HIV ha come ceppo proprio di quelle scimmie). I Gates, per bocca di Bill, ha dichiarato che investire sui Vaccini rende 20 volte l’investimento: non credo occorra altra giustificazione, per stabilire il grado di filantropia di questa accoppiata malefica. Il Sistema Finanziario corre sull’asse NewYork-Londra ed è cosa arcinota già dal 1971 che la Moneta di qualunque divisa, ancorché rapportata al Dollaro e Sterlina, è totalmente VIRTUALE e basata su ciò che chiamano Debito Pubblico, che sino a qualche mese fa, veniva indicato attorno al 70% del PIL planetario, mentre oggi e più realisticamente, si dice essere 57 volte il PIL planetario (ho congnizioni dirette nel merito). Infatti e “quasi a sorpresa” le Banche Private Federal Reserve, la Banca d’Inghilterra e anche la BCE hanno immesso sul Mercato migliaia di miliardi per NASCONDERE il default del Sistema. La Germania, come l’Italia e il Giappone e tutti quei Paesi che gravitano nell’arcipelago Finanziario Occidentale, da sempre sono stati obbligati ad acquistare Debito Pubblico Americano, in particolare la Cina che ne detiene, forse, più del 70%.
    Ciò che NON sono riuscite a fare le Guerre Commerciali, i Dazi e le Guerre per “la Democrazia”, c’è riuscito il Covid-19 che circola negli USA sin dal 2017 (terreno dove si sperimenta ogni sorta di Arma Bellica e Batteriologica).
    Noi Italiani, affetti dalla Sindrome di Stoccolma, non abbiamo mai smesso di Amare l’America che ci avrebbe salvati da Fascismo, regalandoci la Democrazia Catto-Comunista del tutto fallimentare sin dagli esordi.
    Oggi che siamo, finalmente, Tutti a casa, abbiamo tempo per riflettere e anche per “leggere qualcosa” nell’oceano di parole, video e like che, ancora una volta, ci ha regalato l’America con la Rete che inizialmente correva sul Filo e senza Pericolo per la Salute nostra e dell’ambiente, mentre oggi siamo lanciati sulle Microonde da 1 a 25 GHz: anche qui la Scienza Ufficiale ci racconta che tali radiazioni sono innoque… chissà se qualcuno di questi Scientisti ha provato a mettere la testa in un forno a Microonde da 2,5 GHz.
    Ma ogni ragionamento Logico è sospeso: oggi sappiamo che si Muore solo di Corona Virus.

Lascia un commento

g. casalino

c. bene

J. Thiriart

m.houellbecq

g. colli