fbpx

La Natura degli Dei – De Natura Deorum. Autore: Marco Tullio Cicerone

La Natura degli Dei – De Natura Deorum. Autore: Marco Tullio Cicerone

Formato: brossura cm 15×21; Pagine: 456
Casa Editrice ESTER | maggio 2018

Prezzo: € 24,00 – Collana Altra Conoscenza

Descrizione: Dialogo fiosofio condotto secondo la prassi accademica, il De natura deorum, composto negli anni del ritiro dalla vita pubblica, si confiura come una vera e propria summa del pensiero di Cicerone, sia sul piano fiosofio sia su quello religioso, andando a costituire così un testo di estrema importanza per tutti coloro che intendono avvicinarsi allo studio della religione romana. L’opera, di cui si fornisce in questo volume una traduzione integrale in lingua italiana corredata di introduzione e note di commento, si articola in tre libri, scritti a partire dalla fie dell’estate del 45 a.C., dedicati a Marco Giunio Bruto, ognuno dei quali dedicato all’esposizione critica di ciascuna dottrina fiosofia rappresentata da tre interlocutori: l’epicureo Velleio, lo stoico Balbo e l’accademico Cotta.
Autore: MARCO TULLIO CICERONE (106-43 a.C.), nativo di Arpino, di famiglia equestre, studiò a Roma diritto e giurisprudenza, fiosofi in Grecia e in Asia minore. Attivo nella vita pubblica dello Stato (fu questore, edile, pretore e console), fu grande oratore e fiosofo. La sua produzione letteraria superstite vanta oltre cinquanta orazioni, un fitissimo epistolario e numerosi trattati a carattere fiosofio, politico e retorico,
tra cui ricordiamo a titolo esemplifiativo le celebri Verrine e Catilinarie, e i trattati De republica De officiis.
 
Traduzione, introduzione e note: ANDREA ROSSI (1992) è laureato in Filologia e Storia dell’antichità presso l’Università di Pisa. I suoi interessi sono rivolti all’età tardo-antica, con particolare riguardo alla letteratura fiosofia e patristica e alla poesia cristiana; al momento si occupa delle Omelie Varie di Basilio di Cesarea (delle quali sta allestendo una traduzione con commento per la Collana dei Testi Patristici, ed. Città Nuova) e della poesia di Gregorio Nazianzeno.
 
Su idea e suggerimento di Luca Valentini
 
http://www.edizioniester.com/
Print Friendly, PDF & Email
Categorie: Libreria, Tradizione Romana

Pubblicato da Ereticamente il 18 Maggio 2018

Ereticamente

“La visione del mondo non si basa sui libri, ma su di una forma interiore e su una sensibilità, aventi carattere non acquisito, ma innato. Si tratta essenzialmente di una disposizione e di un atteggiamento, non già di teoria o di cultura, disposizioni che non concernono il solo dominio mentale ma investono anche quello del sentire e del volere, informano il carattere, si manifestano in reazioni aventi la stessa sicurezza dell’istinto, danno evidenza ad un lato significato dell’esistenza. (…) Se la nebbia si solleverà apparirà chiaro che è la visione del mondo ciò che, di là da ogni cultura, deve unire o dividere tracciando invalicabili frontiere dell’anima: che anche in un movimento politico essa costituisce l’elemento primario, perché solo una visione del mondo ha il potere di cristallizzare un dato tipo umano e quindi di dare un tono specifico ad una data Comunità.”

Lascia un commento

    Fai una donazione


  • Fiume Città Sacra

  • fiuggi 18 maggio

  • Udine 15 giugno

  • fuoco di vesta

  • siamo su telegram

  • Pio Filippani Ronconi 1

    Pio Filippani Ronconi 2

    Pio Filippani Ronconi 3

  • emergenza vaccini

    Vaccini: Cosa non conosciamo? Storia,tabelle e grafici mai visionati – Vacciniinforma

    di Ereticamente

    VACCINI: COSA CI È STATO OMESSO? Nella letteratura medica, si esaltano da sempre le virtù della vaccinazione. Dopo aver letto questi libri, si riman[...]

  • post Popolari

  • a dominique venner

  • Ultimi commenti
  • archivio ereticamente

    Statistiche

    Tag

    Newsletter

g. casalino

c. bene

J. Thiriart

m.houellbecq

a. dugin