fbpx

Ciao Pietro

Ciao Pietro

Nella giornata di ieri è giunta in Redazione una di quelle notizie che non avremmo mai voluto ricevere: l’amico Pietro Carini ha traghettato la sua anima negli Elisi. Noi conoscevamo Pietro da lunghi anni, con lui abbiamo collaborato intensamente nel campo dell’editoria non – conforme e della distribuzione libraria, ricevendone spesso indicazioni e preziosi insegnamenti. E’ stato per tutti, non solo per la comunità di EreticaMente, una persona schiva, riservata, ma sempre gentile, sempre cristallina nei comportamenti e nella visione del mondo, la nostra, la stessa. Noi abbiamo parlato a lungo con Pietro della terribile malattia che lo aveva colpito negli ultimi anni e quasi mai si perdeva d’animo, anzi a volte era Pietro stesso che si permetteva di incoraggiarci per nuove sfide, come quelle dei simposi internazionali a Napoli, che egli, negli anni, ha sempre seguito e supportato con entusiasmo.

Sembra quasi che le stelle in terra pian piano debbano ritornare nella loro dimora abituale, quella celeste, perché qui è ora solo del deserto e della melanconia. Nel giro di poco tempo un altro Pietro, dopo Pietro Golia è volato nel Celeste Impero, un altro infaticabile intellettuale campano ci ha salutati. Di loro, di Pietro Carini ci rimane e ci deve rimanere la somma eredità di esempio, di abnegazione e di coraggio, affinchè proprio il deserto e la melanconia non abbiano a depauperare ogni risorsa umana, intellettuale, artistica, tradizionale ancora vivente, affinchè nessuno di loro sia vissuto, abbia sofferto e combattuto invano.

Ciao Pietro, AVE ATQVE VALE

I tuoi amici Eretici

Print Friendly, PDF & Email
Categorie: Tradizione

Pubblicato da Ereticamente il 9 Dicembre 2017

Ereticamente

“La visione del mondo non si basa sui libri, ma su di una forma interiore e su una sensibilità, aventi carattere non acquisito, ma innato. Si tratta essenzialmente di una disposizione e di un atteggiamento, non già di teoria o di cultura, disposizioni che non concernono il solo dominio mentale ma investono anche quello del sentire e del volere, informano il carattere, si manifestano in reazioni aventi la stessa sicurezza dell’istinto, danno evidenza ad un lato significato dell’esistenza. (…) Se la nebbia si solleverà apparirà chiaro che è la visione del mondo ciò che, di là da ogni cultura, deve unire o dividere tracciando invalicabili frontiere dell’anima: che anche in un movimento politico essa costituisce l’elemento primario, perché solo una visione del mondo ha il potere di cristallizzare un dato tipo umano e quindi di dare un tono specifico ad una data Comunità.”

Commenti

  1. Luigi

    Onore a Pietro nel giorno del suo compleanno

Lascia un commento

    Fai una donazione


  • siamo su telegram

  • Covid-19, denuncia

  • disponibile alla ritter

  • Teurgia - libreria

  • fosforo e mercurio

  • la dimora del sublime

    Pio Filippani Ronconi 1

  • emergenza vaccini

    Vaccini: Cosa non conosciamo? Storia,tabelle e grafici mai visionati – Vacciniinforma

    di Ereticamente

    VACCINI: COSA CI È STATO OMESSO? Nella letteratura medica, si esaltano da sempre le virtù della vaccinazione. Dopo aver letto questi libri, si riman[...]

  • post Popolari

  • a dominique venner

  • Ultimi commenti
  • archivio ereticamente

    Tag

    Newsletter

g. casalino

c. bene

J. Thiriart

m.houellbecq

g. colli