Praga – 13/14/15 Aprile 2016 – Esoterismo, occultismo e fantastico nella letteratura italiana tra fin de siècle e avanguardia

Praga – 13/14/15 Aprile 2016 – Esoterismo, occultismo e fantastico nella letteratura italiana tra fin de siècle e avanguardia

L’Istituto di Studi Romanzi, Facoltà di Lettere dell’Università Carlo IV di Praga, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura

organizzano

il Convegno internazionale:

 

“Esoterismo, occultismo e fantastico nella letteratura italiana tra fin de siècle e avanguardia”.

 

Praga 13-15 aprile 2016

       

Nel periodo compreso tra la fine dell’Ottocento e l´inizio del Novecento, dopo la grande fiducia positivistica nella ragione, si manifesta la crisi della razionalità che colpisce tutta la società occidentale nel suo pensiero. Anche la letteratura fin de siécle, compresa quella italiana, ne subisce una forte influenza. Gli scrittori tentano le strade occulte e inesplorate verso la conoscenza che va oltre il mondo materiale,visibile, spiegabile, noto, sedotti dalla “bramosia dell’ignoto”, sperimentata in certo modo addirittura dai personaggi del maestro verista Giovanni Verga. Il fatto che i maggiori rappresentanti del verismo – in primo luogo Luigi Capuana – non rimangono immuni da tale tendenza è abbastanza eloquente. Sulla scena letteraria (e non solo) irrompe lo spirito come il nuovo protagonista che rimpiazzerà la ratio e la verità considerata fino a quel momento un’entità oggettiva. Tale processo della perdita di certezze “di vecchio stampo” è accompagnato dal tramonto di alcuni generi letterari, come per esempio del romanzo realistico, e dall’ascesa di altri: il racconto fantastico in primis. L’ immagine unitaria del “piccolo mondo antico” si scompone, si disgrega nello stesso modo come la psiche dell’individuo. Nasce la concezione del personaggio-uomo, detto con Debenedetti. Dal topos romantico del doppio, dallo sdoppiamento dell’anima e/o corpo arriviamo fino alle centomila identità del personaggio pirandelliano o all’uomo moltiplicato dei futuristi.

In tale atmosfera si stabiliscono forti legami tra la letteratura e l’esoterismo, lo spiritismo e le cosiddette “scienze occulte”, legame che in Italia si protrae fino al contesto delle avanguardie storiche e oltre.

Il rapporto tra letteratura ed esoterismo in particolare è stato messo in luce negli ultimi anni da studi rigorosi che hanno fatto sì che potesse emergere chiaramente come questo fenomeno sia stato e sia tutt’altro che marginale per un’analisi e una comprensione più profonda di correnti, movimenti letterari, singoli autori e loro opere. Questo campo del sapere è diventato da qualche decennio anche oggetto di ricerca accademica e per tale motivo il convegno vuole focalizzare l’attenzione su quegli autori italiani, attivi tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento, la cui vita e/o la cui opera ha risentito particolarmente dell’influenza del pensiero esoterico e del fascino per l’“occulto”, e su quelli che con le loro opere hanno contribuito allo sviluppo del filone fantastico della letteratura italiana, quel filone sempre considerato debole o addirittura “irregolare”, il quale però ha veicolato nella società anche insegnamenti che per la loro natura e caratteristiche è possibile definire “iniziatici”. Anche se per Todorov il periodo d’oro della letteratura fantastica finisce con l’inizio del nuovo secolo, il convegno vuole indagare appunto anche come il cambiamento di prospettive arrivato con il Novecento (Freud, Einstein, Bergson…) ha influito sull’ulteriore sviluppo del modo fantastico nella letteratura italiana.

 Il Convegno si svolgerà in due sessioni parallele nei giorni 13, 14 e 15 aprile 2016 presso l’Istituto Italiano di Cultura di Praga (Via Šporkova 14 – 118 00 Praha 1Malá Strana). La cerimonia di chiusura si terrà presso la Facoltà di Filosofia dell’Università Carlo IV (Nám. Jana Palacha 2, 116 38, Praha 1). Apriranno il Convegno il prof. Marco Pasi (Università di Amsterdam), la prof.ssa Simona Cigliana (Università La Sapienza di Roma) e il prof. Antonio Saccone (Università degli Studi Federico II di Napoli). Il programma completo dell’evento sarà reso pubblico a breve.Pr 1

Tra i relatori sarà presente il nostro Luca Valentini, con un approfondimento sul tema:

Gabriele D’Annunzio, Mercurialisis Vir. La metrica estatica nella letteratura italica”.

 

 

Se hai letto fino in fondo hai dimostrato interesse per questo contenuto.
Per piacere esprimi una tua reazione cliccando su una delle emoticon
Grazie!

Loading spinner
Print Friendly, PDF & Email
Categorie: Letteratura

Pubblicato da Ereticamente il 6 Gennaio 2016

Ereticamente

“La visione del mondo non si basa sui libri, ma su di una forma interiore e su una sensibilità, aventi carattere non acquisito, ma innato. Si tratta essenzialmente di una disposizione e di un atteggiamento, non già di teoria o di cultura, disposizioni che non concernono il solo dominio mentale ma investono anche quello del sentire e del volere, informano il carattere, si manifestano in reazioni aventi la stessa sicurezza dell’istinto, danno evidenza ad un lato significato dell’esistenza. (…) Se la nebbia si solleverà apparirà chiaro che è la visione del mondo ciò che, di là da ogni cultura, deve unire o dividere tracciando invalicabili frontiere dell’anima: che anche in un movimento politico essa costituisce l’elemento primario, perché solo una visione del mondo ha il potere di cristallizzare un dato tipo umano e quindi di dare un tono specifico ad una data Comunità.”

Commenti

  1. Marilù Giannone

    Vorrei avvertire il Dott. Gianfranco de’ Turris che è stato pubblicato su Consulpress.eu il resoconto della serata all’uNIVERSALE sulle intelligenze scomode del ‘900
    Grazie cordialità
    Marilù Giannone

Lascia un commento

    Fai una donazione


  • le nostre origini

  • a dominique venner

  • post Popolari

  • Ultimi commenti
    • Walter in Il popolo dei contemporanei - Daniel Moscardi

      Grazie. Un tristissimo grazie. Sapevo già, dopo ... Leggi commento »

    • Vincenzo in Il volto feroce del buonismo – Umberto Bianchi

      X Roman. Semplicemente perfetto!... Leggi commento »

    • Vincenzo in Il volto feroce del buonismo – Umberto Bianchi

      Buongiorno Andrea... ma da quale costellazione pro... Leggi commento »

    • Wolfgang Schuehly in Vie della Tradizione - Rassegna semestrale di Orientamenti Tradizionali

      Gentile signore o signora, Vorrei attirare la v... Leggi commento »

    • Luca in Da First Blood a Last Blood. Nascita e evoluzione/degenerazione di una icona popolare: Rambo

      Buongiorno, articolo interessante. Solo una nota, ... Leggi commento »

  • archivio ereticamente

    Tag

    Newsletter

    navigando