Tradizione

Tradizione

 

di Gianluca Padovan

 

Tra luce e buio.

La nostra tradizione è l’insieme, la sommatoria, di ciò che siamo stati nel passato e ci permette, se compresa correttamente, di riconoscerla in noi per affrontare il futuro.

Tradire una tradizione è non tramandare correttamente la stessa.

Ma che sarà di coloro i quali, avendo tradito la tradizione, ne formano un’altra e la considerano come tradizione?

Saranno loro la tradizione? Il loro operato diverrà tradizione?

Certamente. Questa è la regola del gioco. Almeno sul piano materiale essa può funzionare. Non sul piano trascendentale. Non fino a quando l’ultimo custode sarà eliminato ed ogni cosa appartenente ad essa, ovvero alla tradizione, sarà cancellato.

Eppure, anche in tale frangente, nell’essere umano la tradizione riscaturisce per via ancestrale.

E dalla nuova luce, anche da un suo semplice barlume, la tradizione tornerà ad illuminare acquistando progressivamente forza e potenza.

È la luce che prevale sulle tenebre, come quel qualcuno che un giorno accese per primo un fuoco.

La tradizione è un pensiero che illumina.

 

Tra passato e presente.

Tradizione è chi s’è battuto e per la storia ha perso. Tradizione è chi ha compreso ed è stato ammazzato.

Tradizione è il nostro passato, tradizione è il nostro presente.

Tradizione è per chi crede al di là della vittoria, al di là della sconfitta.

Tradizione è il pane col sapore di pane, l’acqua che beviamo e che ringraziamo per essere acqua.

Tradizione è vivere il significato di essere vivi, in una tradizione di lealtà, di rettitudine, di coscienza.

Tradizione è comprendere l’essenza della vita stessa e farla propria, vivendo del proprio e non a discapito del nostro prossimo.

Tradizione siamo ognuno di noi che crede in sé stesso nel rispetto dell’altro, senza dover ascoltare ammaestrato perché non s’è lasciato ammaestrare.

Tradizione sta in ognuno di noi affinché la tradizione esista e si perpetui anche al di là della tradizione stessa.

 

 

Se hai letto fino in fondo hai dimostrato interesse per questo contenuto.
Per piacere esprimi una tua reazione cliccando su una delle emoticon
Grazie!

Loading spinner
Print Friendly, PDF & Email
Categorie: Tradizione

Pubblicato da Ereticamente il 25 Febbraio 2015

Ereticamente

“La visione del mondo non si basa sui libri, ma su di una forma interiore e su una sensibilità, aventi carattere non acquisito, ma innato. Si tratta essenzialmente di una disposizione e di un atteggiamento, non già di teoria o di cultura, disposizioni che non concernono il solo dominio mentale ma investono anche quello del sentire e del volere, informano il carattere, si manifestano in reazioni aventi la stessa sicurezza dell’istinto, danno evidenza ad un lato significato dell’esistenza. (…) Se la nebbia si solleverà apparirà chiaro che è la visione del mondo ciò che, di là da ogni cultura, deve unire o dividere tracciando invalicabili frontiere dell’anima: che anche in un movimento politico essa costituisce l’elemento primario, perché solo una visione del mondo ha il potere di cristallizzare un dato tipo umano e quindi di dare un tono specifico ad una data Comunità.”

Lascia un commento

    Fai una donazione


  • le nostre origini

  • a dominique venner

  • post Popolari

  • Ultimi commenti
    • Vladislav in Da Platea a Minneapolis, passando per Fiume: dalla Tradizione all'Anti-Tradizione - Federica Francesconi

      La grecita' classica? Gli Spartani?Le Termopili? I... Leggi commento »

    • Bruno Cesca in Silentium Est Aureum: il nascondimento della verità - Brando Impallomeni

      Nesdun commento, ma apprezzamento... Leggi commento »

    • Bruno Cesca in Silentium Est Aureum: il nascondimento della verità - Brando Impallomeni

      Nessun commento ma apprezzamento... Leggi commento »

    • Massimo Micheli in Chesterton: gli insegnamenti di un uomo buono - Roberto Pecchioli

      Alla vigilia della festa dell'Assunta il buon Pecc... Leggi commento »

    • Loris in La verità su S’Anna di Stazzema

      Circa i massacri perpetuati da partigiani nei conf... Leggi commento »

  • archivio ereticamente

    Tag

    Newsletter

    navigando