fbpx

Vie della Tradizione n° 166

Vie della Tradizione n° 166

Vie della Tradizione

Rassegna semestrale di orientamenti tradizionali

Fondatore Gaspare Cannizzo

Anno XLV n. 166 Monografico sul Mito Gennaio – Giugno 2014

 

Indice:

 

  • Perché il Mito? di Manlio Triggiani;
  • Mito e rito come ricerca del tempo sacro di Anna Cannizzo;
  • Tra mito e rito nel medioevo di Giandomenico Casalino;
  • Alcune considerazioni sul significato del mito di Antonio Bosna;
  • Sull’inversione moderna della simbologia arcaica di Luca Valentini;
  • “Wei Wu Wei”, l’agire olimpico nella tradizione estremo-orientale di Lorenza Di Chiara;
  • Il culto cavalleresco di Maria di Paolo Lopane;
  • Brevi note su fiaba, favola e mito di Manlio Triggiani.

 

Recensioni:

–        Gabriele Zaffiri, Alla ricerca della mitica Thule, Editrice La Gaia Scienza, Bari, a cura di Manlio Triggiani,

–        Paolo Galiano –  Massimo Vigna, Il tempo di Roma. Gli dei e le feste nel calendario di Roma, Simmetria, Roma 2013, a cura di Ignis Rumon.

 

Per info e ordini: Dott.ssa Anna Cannizzo annacan@inwind.it , Libreria Aseq Roma (info@aseq.it) o Libreria Ibis Bologna (info@ibisesoterica.it).

 

Print Friendly, PDF & Email
Categorie: Libreria

Pubblicato da Ereticamente il 27 Giugno 2014

Ereticamente

“La visione del mondo non si basa sui libri, ma su di una forma interiore e su una sensibilità, aventi carattere non acquisito, ma innato. Si tratta essenzialmente di una disposizione e di un atteggiamento, non già di teoria o di cultura, disposizioni che non concernono il solo dominio mentale ma investono anche quello del sentire e del volere, informano il carattere, si manifestano in reazioni aventi la stessa sicurezza dell’istinto, danno evidenza ad un lato significato dell’esistenza. (…) Se la nebbia si solleverà apparirà chiaro che è la visione del mondo ciò che, di là da ogni cultura, deve unire o dividere tracciando invalicabili frontiere dell’anima: che anche in un movimento politico essa costituisce l’elemento primario, perché solo una visione del mondo ha il potere di cristallizzare un dato tipo umano e quindi di dare un tono specifico ad una data Comunità.”

Lascia un commento

g. casalino

c. bene

J. Thiriart

m.houellbecq

g. colli