fbpx

Amnesty

Amnesty
di Luigi Cardarelli


Tuona beffardo Alfano di sentirsi dunque “la sentinella antitasse”, gli risponde svelto il compare Renzi annunciando di candidarsi a “sentinella del bipolarismo”; in realtà costoro non sono proprio guardiani o vigilantes, bensì miserabili basisti di una gang che da decenni spoglia il popoloitaliano. Continua patetica e burlona, la usuale idolatria dell’aria fritta, dellafuffa ben imbalsamata! Credo ormai l’abbiano capito tutti che questo più di un governo delle larghe intese, è l’esecutivo dell’amnistia e dell’ indulto,
quindi  più in là ancora del prelievo forzoso sui conti correnti.

Certo solosu quelli nostri, quelli “loro” già stanno all’estero da tempo. Ed i sondaggi del caro Pagnoncelli sbugiardano alla grande il premier Letta e sir Napolitan, caduto forte nei sondaggi a livelli mediocri ed allarmanti, diremmo a livelli “suoi”. Si sviluppa come da rituale, la democrazia fetente contro il cittadino inerme e codardo. Gossip assai referenziati sussurrano che pochi giorni prima la formazione governativa Emma Bonino e Pannella, i più solerti mastini dei poteri forti e globalisti, siano entrati quatti quatti dal portone posterioredi palazzo Grazioli. La signora del nulla doveva esser candidata al dicastero della grazia, per portare avanti a spada tratta di necessità virtute l’amnistia.Poi non si sa perchè è stata dirottata agli esteri.

Ma non facciamoci incantare da queste finte mezze tacche antiberluscones, le quali valgono quanto colui che urlano di abbattere. L’indulto, il perdono, la salvezza vengono proposte per difendere un’intera casta politica di delinquenti e sopratutto il gotha della finanza predona nazionale. C’è da sistemare Verdini, Fitto, Mussari, Geronzi, Caltagirone e Profumo, via via molti e tanti. Ma lo sforzo principale è per evitare il carcere alla banda del MPS e tal Lavitola da Napoli, i quali alla fine potrebbero cantare ed inguaiare moltissimi padrini. Non a caso il vostro Presidente di tutto e del contrario di tutto, malgrado gli 88 anni, si spende all’uopo senza sosta da mattina a sera.
Ed i media servili e comprati fanno intendere da una settimana che il problema vero non sarebbe codesto ceto infame ed aguzzino ma la salma del centenario Priebke. Ennesime distrazioni di massa, le quali trovano sempre milioni di allocchi creduloni. Intanto per la decadenza di Silvio l’è tutto rimandato, mentre qualcuno starà magari cercando un’altra ricca presidenza per l’impallinato Prodi. Pochi lustrii non sono niente al cospetto della storia. Questi “papponcelli” da strapazzo sembrano infine  soltanto timide e sciatte figure crepuscolari. Giusto sterco puzzolente colorato in giallo-oro. Il trend da tempo è avviato e non si può cambiare, anzi sta diventando una marea inarrestabile, un’onda lunga di tzunami.

Marine Le Pen dalle spiagge di Bretagna investe come vento di borea il bancario ancien regime dell’europa. Portando seco e stimolando il rinascimento nei valori delle stirpi sul continente antico. Meglio un’altra Bastiglia, che morire affamati e pecoroni 
Print Friendly, PDF & Email
Categorie: Amnistia, Attualità, Cardarelli, Interni

Pubblicato da admin il 19 Ottobre 2013

Lascia un commento

    Fai una donazione


  • firenze 21 novembre

  • afrodite

  • ekatlos

  • siamo su telegram

  • milano 15 novembre

  • Vie della Tradizione 176

  • teatro andromeda

    Pio Filippani Ronconi 1

  • emergenza vaccini

    Vaccini: Cosa non conosciamo? Storia,tabelle e grafici mai visionati – Vacciniinforma

    di Ereticamente

    VACCINI: COSA CI È STATO OMESSO? Nella letteratura medica, si esaltano da sempre le virtù della vaccinazione. Dopo aver letto questi libri, si riman[...]

  • post Popolari

  • a dominique venner

  • Ultimi commenti
    • Gallarò in Finis Italiae - Gianfranco De Turris

      Visto che gli italiani hanno sostenuto una classe ... Leggi commento »

    • Carlo Biagioli in Intelligenza artificiale. La valle inquietante (Seconda parte) – Roberto Pecchioli

      E’ un tema senz’altro affascinante, che ho avu... Leggi commento »

    • silvia melloni in Da Bisanzio a Costantinopoli tra mito e storia - Luigi Angelino

      Una ricostruzione storica veramente coinvolge. Una... Leggi commento »

    • stelvio dal piaz in L'ora della verità (e di nuove menzogne) – Fabio Calabrese

      analisi condivisibile anche da uno come me della p... Leggi commento »

    • stefaniashanti in Gustavo Adolfo Rol: Il verde e il cinque - 3^ parte - Piervittorio Formichetti

      Sono riuscita a trovare le prime due parti nel sit... Leggi commento »

  • archivio ereticamente

    Tag

    Newsletter

    Google Analytics

g. casalino

c. bene

J. Thiriart

m.houellbecq

a. dugin