Vergogna di un popolo

Il prossimo 21 Aprile sarà celebrata –dagli Italiani autentici- la Fondazione di Roma che per  la Tradizione avvenne il 753 Avanti l’Era Volgare. Sarà una NON CELEBRAZIONE da parte di un Sistema Politico che non sente il Dovere –perché irresponsabile in quanto  “comitato di affari” e non Istituzione Educativa Popolare come Noi esigiamo- di educare la Gioventù ed il Popolo alla devozione per la Spiritualità dell’ Eternità Romana.  Una magnificenza quella della Romanità, che si abbeverò nella Cultura Ellenica, nell’Arte, nelle Scienze, nella Filosofia, nella Medicina, nella Letteratura modellata poi dall’unicità dei Romani. I Governi, tutti euforicamente autodefinitisi democratici, offrono lo spettacolo umiliante perché  una data come questa non sarà  Festa Nazionale Italiana. La TV di Stato e la Scuola dovrebbero dedicare per questa solenne circostanza uno spazio primario in cui la Romanitas è  vista come Custode e Radice del  Popolo Italiano. Nulla di tutto questo! Indifferenza; qualora si facesse un sondaggio, i Giovani Italiani , sul 21 Aprile, darebbero nella quasi totalità, risposte umilianti. Degrado culturale nazionale, volgare compagno di strada per un Popolo alla deriva. Se questa data la avessero avuta nella propria Storia  altre Nazioni  sarebbe stato il loro giusto orgoglio. Ecco che nel calendario, che scandisce i ritmi civili e religiosi del nostro Popolo, si preferisce celebrare l’Assunzione di Maria in Cielo (proclamata…il 1° Novembre del 1950! Un po’ tardi, quasi 2000 anni dopo!)  e se andiamo a vedere sul calendario il 21 Aprile, si celebra  uno sconosciutissimo…santo Anselmo! Non stupiamoci. Per la più Grande Civiltà di ogni tempo, Roma, la Memoria Storica viene negata proprio ai suoi discendenti perché il 21 Aprile è una data gettata nel deserto dell’Indifferenza. Duemila anni di mondialismo religioso che proclama il monoteismo unica vera via al Divino,  poi  il materialismo marxista,  il consumismo, l’edonismo: la nostra Casa Comune, l’Europa, sconvolta da tutto questo. Noi di ARETE’, indichiamo nel Mondo Classico il il Faro  dei Popoli esplicatosi con Roma Eterna e l’Ellade, educatrici del Genere Umano:un sentiero verso quella Pax Romana, quella serenità e tolleranza che vide nel Politeismo scolpito da Roma e Grecia il Modello cui uniformarsi. ARETE’  arete776@libero.it

Se hai letto fino in fondo hai dimostrato interesse per questo contenuto.
Per piacere esprimi una tua reazione cliccando su una delle emoticon
Grazie!

Loading spinner
Print Friendly, PDF & Email
Categorie: arete

Pubblicato da admin il 20 Aprile 2011

Lascia un commento

    Fai una donazione


  • NAPOLI 22 OTTOBRE 2022

  • le nostre origini

  • a dominique venner

  • post Popolari

  • Ultimi commenti
    • Tem in Morte di una ideologia – Fabio Calabrese

      Venendo al dunque Dunque digitate su Google " co... Leggi commento »

    • Riccardo Sampaolo in Morte di una ideologia – Fabio Calabrese

      Non mi risulta che Stalin fosse ebreo. Direi di ve... Leggi commento »

    • Roberto in L' eredità degli antenati, ottantanovesima parte – Fabio Calabrese

      Grazie dunque a Lei, che scrive... ed al Nume Tute... Leggi commento »

    • Roberto in La scelta antropologica – Roberto Pecchioli

      Meglio antichi che pansessuali!... Leggi commento »

    • Tem in Morte di una ideologia – Fabio Calabrese

      Putin e'ebreo pure lui altrimenti non avrebbe perm... Leggi commento »

  • archivio ereticamente

    Tag

    Newsletter

    navigando