I popoli del gulag

I popoli del gulag

Alessio Trovato

Le deportazioni degli elementi cosidetti indesiderabili, iniziano con la Russia degli Zar già nel XVII secolo.
Elementi “criminali” venivano spediti in Siberia o in Asia Centrale a risiedere in campi di lavoro o in semplici villaggi allo scopo di popolare regioni della Russia considerate poco ospitali. Fù Pietro I quindi  a partire dal 1708 ad inaugurare la stagione delle deportazioni politiche  e la campagna di popolamento forzato della Siberia. A farne le spese furono soprattutto i popoli baltici. Non si può quindi dire che le strategie di deportazione di Lenin furono una novità, il regime sovietico introdusse tuttavia un elemento completamente nuovo: la deportazione divenne una vera e propria strategia di potere su scala totale.

Se hai letto fino in fondo hai dimostrato interesse per questo contenuto.
Per piacere esprimi una tua reazione cliccando su una delle emoticon
Grazie!

Loading spinner
Print Friendly, PDF & Email
Categorie: Etnofederalismo, Etnonazionalismo

Pubblicato da admin il 1 Gennaio 2010

Lascia un commento

    Fai una donazione


    Giornata Bruniana a Padula (SA)

  • le nostre origini

  • POCO MENO DEGLI ANGELI - ROMANZO ESOTERICO

    Palermo, 25 marzo 2022 h. 16.30 Fonderia Borbonica
  • a dominique venner

  • post Popolari

  • Ultimi commenti
  • archivio ereticamente

    Tag

    Newsletter

    navigando