Ahnenerbe

Una Ahnenerbe casalinga, sessantesima parte – Fabio Calabrese

Una Ahnenerbe casalinga, sessantesima parte – Fabio Calabrese
Etnonazionalismo

Come natura insegna

Come natura insegna
Politica

Quelli che… E’ una legge di civiltà – Roberto Pecchioli

Quelli che… E’ una legge di civiltà – Roberto Pecchioli
Filosofia

Il futuro modifica il passato: per una nuova visione del tempo – Emanuele Franz

Il futuro modifica il passato: per una nuova visione del tempo – Emanuele Franz
etruscologia 0 Commenti

Italiani isola, ischia, Ischia – Protosardi iscra, Giòscari a cura di Massimo Pittau

Italiani isola, ischia, Ischia – Protosardi iscra, Giòscari a cura di Massimo Pittau

  Secondo i vocabolari etimologici l’appellativo lat. insula, i(n)sula «isola» (REW) è fino al presente di origine incerta (DELL; DELI) oppure di origine “mediterranea” (DEI, AEI). A mio giudizio si tratta di un relitto del sostrato linguistico “tirrenico”, cioè etrusco e protosardo assieme. Tra i relitti della lingua etrusca purtroppo troviamo soltanto il gruppo consonantico […]

Pubblicato da Ereticamente il 11 novembre 2017

Magia 0 Commenti

La nobiltà delle donne di Cornelio Agrippa: la donna come portatrice di vita – Daniele Palmieri

La nobiltà delle donne di Cornelio Agrippa: la donna come portatrice di vita – Daniele Palmieri

Cornelio Agrippa, filosofo, alchimista e mago rinascimentale, è noto soprattutto per il De occulta philosophia, grande summa del suo immenso sapere e opera largamente temuta dalle alte cariche ecclesiastiche a lui contemporanee e posteriori, per la grande fiducia nel potere che l’uomo potrebbe raggiungere esclusivamente mediante la conoscenza e la pratica. Tuttavia, vi è un’altra […]

Pubblicato da Ereticamente il 10 novembre 2017

Punte di Freccia 2 Commenti

La solitudine del Cavaliere – Mario Michele Merlino

La solitudine del Cavaliere – Mario Michele Merlino

Fine settimana. La giornata è grigia, pioggia lieve fitta fastidiosa. Tiro su il cappuccio dell’eskimo. A tracolla la sacca con i panini e da bere. Prendo un treno che discende verso il Baden-Wuerttemberg, costeggiando il Reno. ‘Lieb Vaterland, magst ruhig sein, – Fest steht und treu die Wacht…’. Canzone patriottica, ormai desueta in clima di […]

Pubblicato da Mario Michele Merlino il 9 novembre 2017

Società 0 Commenti

Vittime senza carnefici – Il Poliscriba

Vittime senza carnefici – Il Poliscriba

Io non sono che me stesso. Questo mi piacerebbe sentire affermare in quest’epoca di non personalità, di imbecillità psico-somatica sostituita con un morphing camaleontico, col quale plagiare i nostri tratti razionali con irrazionali adesioni a questa o a quell’altra campagna, o alle migliaia di slogan infilati negli encefali indeboliti e traforati di una società di […]

Pubblicato da Ereticamente il

Etnonazionalismo 0 Commenti

Catalogna e dintorni: Etnonazionalismo o Etnomondialismo? – Umberto Bianchi

Catalogna e dintorni: Etnonazionalismo o Etnomondialismo? – Umberto Bianchi

Quanto si sta ultimamente verificando in quel di Catalogna, nonostante le parvenze di una questione prettamente iberica, dal carattere di passeggera rivendicazione a carattere localistico, riveste, invece, un carattere di problematicità tale, da non poter essere passato sotto silenzio o, quanto meno, giustificato e spiegato con le solite nenie buoniste e solidariste, che identificano in […]

Pubblicato da Ereticamente il 8 novembre 2017

Arte 0 Commenti

La Tuta di THAYAHT – Emanuele Casalena

La Tuta di THAYAHT – Emanuele Casalena

Le rivoluzioni efficaci cambiano il quotidiano, sterzano su idee nuove di zecca per dare risposte ai bisogni dell’uomo. Fu così con l’arco e la freccia nel Paleolitico, con l’i-Phone dieci anni fa, i primi due che mi vengono in mente. Quando si va, sigh-sigh, dal meccanico lo riconosciamo dal suo abito da lavoro, una tuta […]

Pubblicato da Ereticamente il

Poesia 0 Commenti

Inattuali, autenticità autoriale ed alfabetizzazione di massa: il poeta non è uno scriba! – prima parte – Stefano Eugenio Bona

Inattuali, autenticità autoriale ed alfabetizzazione di massa: il poeta non è uno scriba! – prima parte – Stefano Eugenio Bona

Ma resta, la parola, una fragile cosa, Che presto ammala e presto può guarire. Se vuoi lasciar che viva la sua piccola vita, Allora devi con leggerezza prenderla, con grazia, Non brancicarla con rozza mano e schiacciarla: Figurati che muore sol s’è guardata male – Allora: informe giace, esanime Gelida e immiserita, un piccolo cadavere, […]

Pubblicato da Ereticamente il 7 novembre 2017

Religione 4 Commenti

La messa è finita? – Roberto Pecchioli

La messa è finita? – Roberto Pecchioli

In una parrocchia del quartiere genovese della Foce chi entra nel tempio trova al posto degli annunci sacri un paginone del quotidiano Avvenire pieno di fotografie di bambini di tutte le razze. Sono, dice la didascalia del giornale dei vescovi, gli italiani che non hanno ancora la cittadinanza. Propaganda politica sfacciata per lo ius soli. […]

Pubblicato da Ereticamente il 6 novembre 2017

Scienza 0 Commenti

Scienza e democrazia, quarta parte – Fabio Calabrese

Scienza e democrazia, quarta parte – Fabio Calabrese

Riprendiamo il discorso sulle “democratiche” falsificazioni del pensiero scientifico. Io vorrei in premessa ribadire un concetto che ho già espresso: se “la scienza”, quella che conosciamo per tale, le teorie e le istituzioni “scientifiche” del nostro mondo dominato dall’ideologia democratica, si attenessero realmente al metodo galileiano dell’osservazione e dell’esperimento per mettere alla prova le ipotesi, […]

Pubblicato da Fabio Calabrese il

Etnonazionalismo 5 Commenti

L’Italia esiste oppure no?

L’Italia esiste oppure no?

Come è noto i detrattori dell’Italia (di nord, sud, centro e isole, esistono ovunque) sono soliti aggrapparsi disperatamente alle parole, distorte, del Metternich, di un forestiero, cioè, esponente di un impero multietnico, multireligioso e multilinguistico (il che è tutto dire…), relative all’Italia come mera espressione geografica. Non sorprende affatto che un nemico dell’autodeterminazione italiana si […]

Pubblicato da Paolo Sizzi il 5 novembre 2017

Indoeuropei 1 Commento

La sofferenza della Terra: il problema della sovrappopolazione nei miti indiani, in Iran e nella Grecia antica – Rosa Ronzitti

La sofferenza della Terra: il problema della sovrappopolazione nei miti indiani, in Iran e nella Grecia antica – Rosa Ronzitti

1. Il motivo della “guerra di spopolamento” rappresenta un caso di concordanza greco-indiana da tempo noto agli studiosi (1): tanto le saghe di Troia e di Tebe quanto il grande scontro fra Pāṇḍava e Kaurava erano infatti motivati, sub specie divina, come interventi volti a riequilibrare il rapporto fra popolazione e ambiente. Sebbene in India […]

Pubblicato da Rosa Ronzitti il 4 novembre 2017

    sosteneteci&cresciamo


  • evola a milano

  • associazione radici

  • evola

  • libreria ibis bologna

  • a dominique venner

  • Ultimi commenti
    • scienzanofantasciensapls! in La storia dei Siculi fin dalle loro origini - Recensione di Fabio Calabrese

      muhà....chissà perchè Claudio d'Angelo mi ricor... Leggi commento »

    • Evaristo in Il futuro modifica il passato: per una nuova visione del tempo - Emanuele Franz

      Quindi Antonio, lei ha letto fino in fondo il libr... Leggi commento »

    • dna in Elogio ragionato del populismo, 2^ parte – Roberto Pecchioli

      Questa è una riflessione molto sensata sul signif... Leggi commento »

    • IL POLISCRIBA in Esoterismo ed Exoterismo in Meccanica Quantistica – Il Poliscriba

      Segnalo ai gentili lettori di Ereticamente, come m... Leggi commento »

    • Antonio in Il futuro modifica il passato: per una nuova visione del tempo - Emanuele Franz

      L'ipotesi di questo autore, che sembra così sugge... Leggi commento »

  • post Popolari

    archivio ereticamente

    Statistiche

    Tag

    Newsletter

  • a. dugin

    Uscire dal XX secolo. Un’idea nuova per il Terzo Millennio.  Per una Quarta teoria politica. – Roberto Pecchioli (5^ ed ultima parte)

    di Il Picchio

    “Chi ha rinunciato alla sua terra, ha rinunciato anche al suo Dio” (Fedor Dostoevskij- L’idiota) Capitolo IX Andare oltre Centro e periferia Il [...]

  • populismo

    Osservazioni sul populismo – Fabio Calabrese

    di Fabio Calabrese

    NOTA: L’articolo che segue l’avevo redatto diverso tempo fa, subito dopo “Loro avevano le idee chiare”, del quale è in un cer[...]

  • il soledì

    Dalla parte della Luce. Sempre

    di Paolo Sizzi

    Non c’è modo migliore di salutare la definitiva dipartita di un disumano subumano come Riina con il ricordo di coloro che, per anni, si battero[...]

  • eretico

    Minniti: il ruggito del coniglio – Michele Rallo

    di Ereticamente

    Dove eravamo rimasti? Ah, si… Ai migranti che erano una risorsa e che stavano lavorando per noi: per fare i lavori che gli italiani non vogliono[...]

  • controstoria

    Il 18 Settembre 1943 nasceva la Repubblica Sociale Italiana. Le Brigate Nere di Alessandro Pavolini ne saranno l’anima popolare, idealistica e rivoluzionaria – Maurizio Rossi

    di Ereticamente

    La rilettura storica dell’esperienza della Repubblica Sociale Italiana – la cui nascita venne annunciata da Benito Mussolini il 18 Settembre 1943 [...]