Mario Michele Merlino

Nato a Roma 2 giorni prima dell'entrata degli alleati, quindi 'obbligato' per fedeltà ad appartenere ad altra Repubblica. Prima con la spranga sui denti (altrui) poi con la penna irriverente sbruffone parolaio, cioè 'geniale'... con poche idee e tante emozioni in attesa di sapere cosa farà da grande...

Feldpost – Mario Michele Merlino

Feldpost – Mario Michele Merlino

Albert ed Emilienne – Mario Michele Merlino

Albert ed Emilienne – Mario Michele Merlino

Relitti di naufragio – Mario Michele Merlino

Relitti di naufragio – Mario Michele Merlino

Eresie Utopia Immaginazione al potere… – Mario Michele Merlino

Eresie Utopia Immaginazione al potere… – Mario Michele Merlino
Nietzsche 0 Commenti

Ribellione e Disciplina – Mario Michele Merlino

Ribellione e Disciplina – Mario Michele Merlino

Traggo spunto da un piccolo (senza volerne sminuire il senso) dibattito generato dall’amico Giacinto (ormai uso al gusto della provocazione), che, dopo aver postato un aforisma di Nietzsche, dal Così parlò Zarathustra, si dice poco convinto. Amante dello squadrismo, di quel primo fascismo becero e guascone, giocato sulla sfida il pugnale le bombe a mano […]

Pubblicato da Mario Michele Merlino il 29 gennaio 2017

Punte di Freccia 2 Commenti

La Terra dei Padri – Mario Michele Merlino

La Terra dei Padri – Mario Michele Merlino

Loredana mi conferma come Modena meriti essere visitata. Dopo Parma, forse, è la più bella città dell’Emilia, aggiunge. Con la torre della Ghirlandina, che svetta ardita – i suoi ottantasei metri le consentono di essere ammirata ovunque si provenga – e, al contempo, con un non so che di civettuolo. Ci vollero dei secoli per […]

Pubblicato da Mario Michele Merlino il 21 gennaio 2017

Punte di Freccia 3 Commenti

Su Gentile e… Croce – Mario Michele Merlino

Su Gentile e… Croce – Mario Michele Merlino

Alcuni giorni fa, sul profilo di fb, il professor Roberto Mancini mi ha condiviso quanto ebbe a scrivere sul suo Diario Benedetto Croce in data 17 aprile, dopo aver appreso come fosse ‘stato ammazzato in Firenze’ (e a noi sarebbe piaciuto leggere il termine ‘assassinato’ – e la differenza non può sfuggire: si ammazza un […]

Pubblicato da Mario Michele Merlino il 12 gennaio 2017

Libreria 7 Commenti

Fascismo, fascismi… – Mario Michele Merlino

Fascismo, fascismi… – Mario Michele Merlino

Fascismo, fascismi. Annosa questione, anche perché ricorrente permane la domanda mediata dal titolo del bel libro di Maurice Bardèche, edito in Italia a metà degli anni ’60, Che cos’è il fascismo? Contenitore vuoto, come sostanzialmente l’intende Renzo De Felice oppure un insieme di forze, sovente disparate fra loro e tenute unite dalla figura carismatica di […]

Pubblicato da Mario Michele Merlino il 4 gennaio 2017

Punte di Freccia 1 Commento

Addio, Lugano bella… – Mario Michele Merlino

Addio, Lugano bella… – Mario Michele Merlino

Nella seconda metà e al finire dell’Ottocento gli anarchici, in massima parte italiani, si resero protagonisti di tutta una serie di attentati in Europa, avendo a obiettivo uomini di governo e sovrani, alcuni portati a compimento con successo altri falliti. Riuscito, ad esempio, l’assassinio del presidente francese Sadi Carnot, pugnalato a Lione il 24 giugno […]

Pubblicato da Mario Michele Merlino il 30 dicembre 2016

Punte di Freccia 2 Commenti

In cortile, durante l’ora d’aria… – Mario Michele Merlino

In cortile, durante l’ora d’aria… – Mario Michele Merlino

Ho condiviso per breve tempo il cortile del carcere di Regina Coeli, reparto chirurgia, con Luciano Luberti. Era nel 1972, da poco era stato catturato dopo un conflitto a fuoco nella zona di Napoli dove aveva trovato rifugio. Aveva allora cinquant’anni o poco più. Era un omone irsuto dalla folta barba spiovente sul petto, gli […]

Pubblicato da Mario Michele Merlino il 15 dicembre 2016

Libreria 0 Commenti

Avanguardia di morte… a cura di Mario Michele Merlino

Avanguardia di morte… a cura di Mario Michele Merlino

Giacinto Reale ha un merito – più di uno, va da sé, come possedere Frodo, un cane e grosso e rumoroso e affettuoso – e, cioè, di provocare stimolanti dibattiti sulla vuota sciatta mediocre vetrina di fb. Questo segno dei tempi da nani e, proprio per questo, gettonata e utilissima puttana. Dibattiti al limite della […]

Pubblicato da Mario Michele Merlino il 5 dicembre 2016

Punte di Freccia 0 Commenti

Annotazioni – Mario Michele Merlino

Annotazioni – Mario Michele Merlino

Con le elezioni del 16 febbraio 1936 e con il trionfo del Fronte Popolare le sorti della Falange e del suo giovane capo, José Antonio Primo de Rivera, sono segnate. Le due Spagne si contrappongono di nuovo e, questa volta, è il preludio della guerra civile. Le uccisioni gli incendi le devastazioni si perpetrano ai […]

Pubblicato da Mario Michele Merlino il 28 novembre 2016

Punte di Freccia 0 Commenti

In pieno scontro con… il mondo – Mario Michele Merlino

In pieno scontro con… il mondo – Mario Michele Merlino

Rivolgendosi alla folla, ‘raccolta sul mercato’, in attesa ‘che un funambolo vi avrebbe dato spettacolo’, Zarathustra le si rivolge annunciando l’avvento del superuomo, di colui che sarà ‘il senso della terra’. Inascoltato incompreso deriso, decide di parlare ‘loro dunque di ciò che è più spregevole; cioè dell’ultimo uomo’. Dalla Prefazione del Così parlò Zarathustra (utilizzo […]

Pubblicato da Mario Michele Merlino il 31 ottobre 2016

Punte di Freccia 0 Commenti

Per una nuova aurora… – Mario Michele Merlino

Per una nuova aurora… – Mario Michele Merlino

Nelle prime pagine di Niente di nuovo sul fronte occidentale, il celebre romanzo di Erich Maria Remarque – oltre tre milioni e mezzo di copie vendute alla sua pubblicazione (1929) e un film made in USA di un regista ebreo di origine russa –, libro divenuto simbolo di ogni opposizione agli orrori della guerra, si […]

Pubblicato da Mario Michele Merlino il 20 ottobre 2016

Punte di Freccia 0 Commenti

La ‘bella’ battaglia – Mario Michele Merlino

La ‘bella’ battaglia – Mario Michele Merlino

In uno dei suoi frammenti più enigmatici – e, per questo, più intriganti – il filosofo Eraclito utilizza il termine physis (Natura) ed è l’unica volta. Permettetemi essere civettuolo nell’erudizione scolastica e riportarlo in greco: ‘physis kryptesthai phylei’ (la Natura ama nascondersi). E consentitemi ulteriore sfoggio di cognizioni e di etimi e di glottologia tra […]

Pubblicato da Mario Michele Merlino il 26 settembre 2016

    alza la barricata


  • Milano - 1 aprile 2017

  • roma - 9 aprile 2017

  • polemos vol. 3

  • poesia iniziatica

    Cantiche alla Musa – recensione a cura di Stefano Mayorca

    di Ereticamente

    La Déa, il contatto con l’isiaca matrice femminea, frutto di ancestrali memorie, sopita nelle profondità dell’Essere, mai estinta  ma viva nell[...]

  • il soledì

    Il democratico dispotismo dei regimi occidentali

    di Paolo Sizzi

    Ogni volta che in Europa accade un fatto di sangue terroristico, cagionato dalle cosiddette “risorse” bipedi provenienti dalle remote terr[...]

  • civiltà romana

    EreticaMente intervista il prof. Maurizio Bettini – a cura di Luca Valentini

    di Luca Valentini

    Maurizio Bettini, classicista e scrittore, insegna Filologia Classica nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Siena, dove ha f[...]

  • donne della tradizione

    Le donne fatali nella Grecia arcaica – Fabrizio Bandini

    di Ereticamente

    La Grecia arcaica ci offre numerosi esempi di donne fatali, di femmine archetipali, potenti ed oscure. D’altronde il Mediterraneo, era antica terr[...]

  • a dominique venner

  • Ultimi commenti
    • MAry in Chi vusa pusé, la vacca l’è sua! Chi grida di più, la vacca è sua – Roberto Pecchioli

      Aspettiamo l'abolizione dell'alternanza scuola-lav... Leggi commento »

    • Giuseppe in Una Ahnenerbe casalinga, prima parte

      "Nel cristianesimo, questa desacralizzazione della... Leggi commento »

    • Daniele Bettini in Etica, politica, religione – Fabio Calabrese

      Per capire cos’è in realtà il Graal dobbiamo c... Leggi commento »

    • Bilancini in Il trionfo della stupidità – Fabio Calabrese

      Analisi e valutazione spietate ma, purtroppo, inat... Leggi commento »

    • Casalino in Evolofobia, o dell’invidia - Luigi Morrone

      Sono totalmente daccordo con quanto scrive l'autor... Leggi commento »

  • post Popolari

    archivio ereticamente

    Statistiche

    Tag

    Newsletter

  • a. dugin

    Uscire dal XX secolo. Un’idea nuova per il Terzo Millennio.  Per una Quarta teoria politica. – Roberto Pecchioli (5^ ed ultima parte)

    di Il Picchio

    “Chi ha rinunciato alla sua terra, ha rinunciato anche al suo Dio” (Fedor Dostoevskij- L’idiota) Capitolo IX Andare oltre Centro e periferia Il [...]

  • populismo

    Elogio ragionato del populismo, 2^ parte – Roberto Pecchioli

    di Ereticamente

    Il rasoio di Occam populista Quello che sembra sfuggire alle analisi di sociologi e politologi, e che è a monte dell’insorgenza populista c’è il[...]

  • storia

    Il balletto dei trattati – Michele Rallo

    di Michele Rallo

    1915-18: il doppio gioco inglese trascina l’Italia nella Prima guerra mondiale Abbiamo già avuto modo di accennare ai motivi che, nel 1915, spins[...]

  • eretico

    2016: un anno che ha cambiato la storia del mondo – Michele Rallo

    di Ereticamente

    E così è finito anche questo particolarissimo 2016. Quando sarà studiato sui libri di storia, probabilmente sarà indicato come l’anno che ha seg[...]

  • poesia

    Poesia operativa, strumento di trasmutazione – Vittorio Varano

    di EreticaMente

    Nell’affrontare il problema di dover fornire una rappresentazione figurativa del tempo, i pensatori si dispongono in due grossi schieramenti con[...]