fbpx
,

Vie della Tradizione – 172/173

Vie della Tradizione – 172/173

La storica rivista fondata negli anni ‘70 da Gaspare Cannizzo rappresenta uno dei più significativi e longevi riferimenti per chi si interessi di storia delle religioni, simbolismo e studi tradizionali.
Con questo numero si inaugura la collaborazione tra Vie della Tradizione e le Edizioni Arktos, due realtà culturali unite dalle idee,dalla visione del mondo e dalla profonda amicizia tra Gaspare Cannizzo e Giovanni Oggero.
La linea della rivista resta la stessa, con gli stessi collaboratori, la direzione di Anna Cannizzo e la coordinazione di Manlio Triggiani.

Questo numero doppio copre l‘annata del 2017 e si apre con un dossier sulla spiritualità dei popoli indoeuropei.

In questo numero:

Jean Haudry, «La tradizione indoeuropea nel mondo greco»
Giandomenico Casalino, «Contributi per la conoscenza della spiritualità indoeuropea»
Nuccio D’Anna, «Il centauro Chirone, maestro di eroi e guerrieri»
Rosa Ronzitti, «Lingua poetica indoeuropea: storia, questioni, metodo»
Hervé A. Cavallera, «Giuseppe Tucci e il senso del sacro nel lontano Tibet»
Giovanni Sessa, «Evola e Michelstaedter. Idealismo magico e persuasione tra libertà e liberazione»
Claudio Mutti, «Implicazioni mitologiche, teologiche e religiose della geopolitica»
Luca Valentini, «La sapienza pitagorico-alessandrina. Quale fondamento della tradizione occidentale»
Giovanni Monastra, «Le radici rivoluzionario-conservatrici del pensiero “verde” (II)»
Recensioni, Studi Evoliani 2016 a cura di Manlio Triggiani

La rivista sarà reperibile sul sito www.edizioniarktos.it, nelle librerie di settore e on-line.

Print Friendly, PDF & Email
Categorie: Libreria, Via della Tradizione

Pubblicato da Ereticamente il 3 Maggio 2018

Ereticamente

“La visione del mondo non si basa sui libri, ma su di una forma interiore e su una sensibilità, aventi carattere non acquisito, ma innato. Si tratta essenzialmente di una disposizione e di un atteggiamento, non già di teoria o di cultura, disposizioni che non concernono il solo dominio mentale ma investono anche quello del sentire e del volere, informano il carattere, si manifestano in reazioni aventi la stessa sicurezza dell’istinto, danno evidenza ad un lato significato dell’esistenza. (…) Se la nebbia si solleverà apparirà chiaro che è la visione del mondo ciò che, di là da ogni cultura, deve unire o dividere tracciando invalicabili frontiere dell’anima: che anche in un movimento politico essa costituisce l’elemento primario, perché solo una visione del mondo ha il potere di cristallizzare un dato tipo umano e quindi di dare un tono specifico ad una data Comunità.”

Lascia un commento

    Fai una donazione


  • napoli 16 marzo 2019

  • torino 1 marzo 2019

  • Vie della Tradizione

  • siamo su telegram

  • le lamine orfiche

    museo reggio calabria

  • Fiume Città Sacra

  • magia

  • speciale evola

  • emergenza vaccini

    Vaccini: Cosa non conosciamo? Storia,tabelle e grafici mai visionati – Vacciniinforma

    di Ereticamente

    VACCINI: COSA CI È STATO OMESSO? Nella letteratura medica, si esaltano da sempre le virtù della vaccinazione. Dopo aver letto questi libri, si riman[...]

  • post Popolari

  • a dominique venner

  • Ultimi commenti
    • Sophiaperennis in Modernità e Meditazione: Massimo Scaligero – Umberto Bianchi

      Il trascendente non conosce antichità né moderni... Leggi commento »

    • Michele Ruzzai in Una Ahnenerbe casalinga, novantunesima parte – Fabio Calabrese

      Grazie Fabio per la menzione nell'articolo ed anch... Leggi commento »

    • Fabio Calabrese in Una Ahnenerbe casalinga, novantunesima parte – Fabio Calabrese

      Michele Ruzzai mi invia alcune precisazioni che vi... Leggi commento »

    • Rdv in Le armi e gli armamenti italiani dal 1935 al 1945 – speciali e segreti –

      Per fortuna è finita come sappiamo... Leggi commento »

    • Nebel in L'Esodo ignorato – Enrico Marino

      Mio figlio frequenta la quarta elementare da ciò ... Leggi commento »

  • archivio ereticamente

    Statistiche

    Tag

    Newsletter

g. casalino

c. bene

J. Thiriart

m.houellbecq

a. dugin