Le Vie di HERMES – La Sapienza Ermetica a Napoli ed in Europa

Le Vie di HERMES – La Sapienza Ermetica a Napoli ed in Europa

Informazioni per chi fosse interessato all’acquisto.

Le Vie di HERMES

La Sapienza Ermetica a Napoli ed in Europa
Atti del Convegno del Primo Simposio Internazionale
di Studi Ermetici
Nel 400° Anniversario della morte del medico-alchimista partenopeo Giambattista Della Porta – Napoli 30 Maggio 2015

Indice dell’Opera:

– LA “VIA REGIA” DI PRAGA
Un percorso iniziatico tra potere regale e simbolismo
di Mauro Ruggiero –

– LA CHIESA DI S.GIOVANNI A CARBONARA IN NAPOLI:
Solarità spirituale, Neoplatonismo ed Ermetismo nel linguaggio delle forme artistiche.
di Stefano Arcella –

– IL MONDO SECRETO DI GIULIANO KREMMERZ
Alcune considerazioni sulla nascita della Fratellanza Terapeutico-Magica di Miriam
e sulla mitopoiesi del Grande Oriente Egizio – Appendice documentaria: Giuliano Kremmerz descritto da una contemporanea: Isabella Grassi incontra il Mago di Portici (9 gennaio 1921)
di Cristian Guzzo –

– IL DIO DEL SILENZIO
La figura di Arpocrate, immagine-simbolo del segreto iniziatico nella tradizione ermetica
di Sigfrido E.F. Höbel –

– GIOVAN BATTISTA DELLA PORTA E L’ARTE MEDICA DELLA MEMORIA
di Luca Valentini –

– DE SIDERALI FATO VITANDO
Tommaso Campanella, il Filosofo Mago
di Stefano Mayorca –

– L’EROICO FURORE DELLA CONOSCENZA
In cruce sub sphaera venit Sapientia vera
di Daniele Laganà –

Edizione numerata in ampio formato (cm. 32 x 23), 112 pagine, illustrato, € 20,00
EDIZIONI REBIS
via Venezia, 42 – 55049 Viareggio (Lucca) – Italia
Tel. 0584 943038 – 373 7436098 – Fax 0584 943107
www.edizionirebis.it email: ordini@edizionirebis.it

Print Friendly, PDF & Email
Categorie: Ermetismo, Libreria

Pubblicato da Ereticamente il 29 gennaio 2018

Ereticamente

“La visione del mondo non si basa sui libri, ma su di una forma interiore e su una sensibilità, aventi carattere non acquisito, ma innato. Si tratta essenzialmente di una disposizione e di un atteggiamento, non già di teoria o di cultura, disposizioni che non concernono il solo dominio mentale ma investono anche quello del sentire e del volere, informano il carattere, si manifestano in reazioni aventi la stessa sicurezza dell’istinto, danno evidenza ad un lato significato dell’esistenza. (…) Se la nebbia si solleverà apparirà chiaro che è la visione del mondo ciò che, di là da ogni cultura, deve unire o dividere tracciando invalicabili frontiere dell’anima: che anche in un movimento politico essa costituisce l’elemento primario, perché solo una visione del mondo ha il potere di cristallizzare un dato tipo umano e quindi di dare un tono specifico ad una data Comunità.”

Lascia un commento

    sosteneteci&cresciamo


  • casalino a bologna

  • Il Cervo a Milano

  • natale di roma

  • tradizione platonica

    Sull’invisibile: parlare all’animo, scrivere nell’animo”. Videoconferenza di G. Casalino

    di Giandomenico Casalino

    Presentiamo le quattro parti di una lunga videoconferenza di Giandomenico Casalino sul tema dell’Invisibile quale dimensione autentica dello spi[...]

  • a dominique venner

  • Ultimi commenti
  • post Popolari

    archivio ereticamente

    Statistiche

    Tag

    Newsletter

  • a. dugin

    Una nuova Wealtanschauung per un Nuovo Ordine – Roberto Siconolfi

    di Il Picchio

    Il nuovo paradigma scientifico-metafisico In diversi ambiti scientifici, storici, di ricerca, politici e finanche popolari, sta nascendo una sorta di [...]

  • populismo

    Osservazioni sul populismo – Fabio Calabrese

    di Fabio Calabrese

    NOTA: L’articolo che segue l’avevo redatto diverso tempo fa, subito dopo “Loro avevano le idee chiare”, del quale è in un cer[...]

  • il soledì

    In cerca di vera sovranità, a tutto vantaggio della nazione

    di Paolo Sizzi

    Le forze armate, tra cui i carabinieri, e di polizia italiane sono purtroppo succubi del dominio Nato, inquadrate in un’ottica di occidentalismo[...]

  • eretico

    Minniti: il ruggito del coniglio – Michele Rallo

    di Ereticamente

    Dove eravamo rimasti? Ah, si… Ai migranti che erano una risorsa e che stavano lavorando per noi: per fare i lavori che gli italiani non vogliono[...]

  • controstoria

    Il 18 Settembre 1943 nasceva la Repubblica Sociale Italiana. Le Brigate Nere di Alessandro Pavolini ne saranno l’anima popolare, idealistica e rivoluzionaria – Maurizio Rossi

    di Ereticamente

    La rilettura storica dell’esperienza della Repubblica Sociale Italiana – la cui nascita venne annunciata da Benito Mussolini il 18 Settembre 1943 [...]