Strade d’Europa – Il Castello di Haut – Koenigsbourg

Strade d’Europa –  Il Castello di Haut – Koenigsbourg

Nell’ultima tappa del nostro viaggio europeo, abbiamo voluto visitare una storica dimora imperiale che domina l’altopiano dell’Alsazia, il castello di Haut – Koenigsbourg. Costruito intorno all’anno 1000, il bastione difensivo fu apprezzato, per la sua posizione strategica prima da Federico di Hohenstaufen , detto il “monocolo”, duca di Svevia, e successivamente dagli Asburgo, e poi dall’imperatore tedesco Gugliemo II di Hohenzollern nel 1899. Simbolo della potenza germanica, l’impressione che scaturisce dal castello è data dalla sua ampia superficie di 1,5 ettari e dalla disposizione di un ampia cinta muraria – aggiunta successivamente alla costruzione – per un adeguato supporto all’artiglieria. Alcuni elementi ci hanno colpito particolarmente: la corte interna, il grande bastione ed, al primo piano, la famosa sala d’armi, che racchiude le diverse alabarde, spade, balestre e armature tipiche del Medioevo crociato. La visuale è davvero magica, essendo il colle (755 m d’altezza) immerso in una profonda boscaglia, e dominando la vicina pianura alsaziana.

Anche in questa circostanza, l’Europa ci ha disvelato la sua profonda anima arcaica, le radici di un continente non inquinate dalla demonia della finanzia o dall’incolto consumismo: anche da qui, dal castello di Haut – Koenigsbourg abbiamo compreso come un’altra Europa, la nostra Europa sia ancora vivente, nonostante tutto.

Per EreticaMente, per Strade d’Europa, Luca, Marcella, Giulio e Flavia

Print Friendly, PDF & Email
Categorie: Strade d'Europa

Pubblicato da Luca Valentini il 2 agosto 2016

Luca Valentini

Redazione di EreticaMente.net, cultore di filosofia antica, di dottrina ermetico-alchimica e di misteriosofia arcaica e mediterranea: collaboratore di riviste come Elixir, Vie della Tradizione, Atrium, Fenix Rivista, Il Cervo Bianco, Pietas, Il Primato Nazionale. Dirige le collane Arcana, rarità classiche ed ermetiche, ed Orfeo, narrativa e poetica esoterica, per la Casa Libraria Edit@ di Taranto. Partecipa a seminari di ricerca di livello nazionale ed europeo. Ha pubblicato testi inerenti l'Alchimia, l'Amor Sacro e di poetica ermetica.

Lascia un commento

    sosteneteci&cresciamo


  • 90° di ur - simposio

  • Walt Disney

  • fondazione evola

  • concorso letterario

    Pensieri per Giulio – Stelle, Soli e Lune – Prima Edizione

    di Luca Valentini

    “Pensieri per Giulio – Stelle, Soli e Lune” Edit@ Casa Editrice & Libraria in Taranto indice la Prima Edizione del Cimento Poetico & Nar[...]

  • a dominique venner

  • Ultimi commenti
  • post Popolari

    archivio ereticamente

    Statistiche

    Tag

    Newsletter

  • a. dugin

    Uscire dal XX secolo. Un’idea nuova per il Terzo Millennio.  Per una Quarta teoria politica. – Roberto Pecchioli (5^ ed ultima parte)

    di Il Picchio

    “Chi ha rinunciato alla sua terra, ha rinunciato anche al suo Dio” (Fedor Dostoevskij- L’idiota) Capitolo IX Andare oltre Centro e periferia Il [...]

  • populismo

    Elogio ragionato del populismo, 2^ parte – Roberto Pecchioli

    di Ereticamente

    Il rasoio di Occam populista Quello che sembra sfuggire alle analisi di sociologi e politologi, e che è a monte dell’insorgenza populista c’è il[...]

  • il soledì

    50 validi motivi per difendere l’Italia e la sua identità – Parte IV

    di Paolo Sizzi

    Continua la rassegna sulle 50 buone ragioni che, a mio avviso, rappresentano altrettanti validi motivi per difendere e preservare la natura etnonazion[...]

  • eretico

    Minniti: il ruggito del coniglio – Michele Rallo

    di Ereticamente

    Dove eravamo rimasti? Ah, si… Ai migranti che erano una risorsa e che stavano lavorando per noi: per fare i lavori che gli italiani non vogliono[...]

  • controstoria

    Il 18 Settembre 1943 nasceva la Repubblica Sociale Italiana. Le Brigate Nere di Alessandro Pavolini ne saranno l’anima popolare, idealistica e rivoluzionaria – Maurizio Rossi

    di Ereticamente

    La rilettura storica dell’esperienza della Repubblica Sociale Italiana – la cui nascita venne annunciata da Benito Mussolini il 18 Settembre 1943 [...]